Effusioni d'amore in macchina: due giovani denunciati per atti osceni

I ragazzi, lui ventuno anni e lei sedici, sono stati beccati dalla polizia in atteggiamenti intimi. Quel posto, secondo i vicini che hanno fatto segnalazione all'autorità, non era affatto "nascosto"
Enna, Cronaca

ENNA. La loro alcova era la macchina. E per scambiarsi effusioni, avevano individuato un posto buio, il parcheggio condominiale di una palazzina di Enna bassa, dove una coppia di ragazzi si sentiva al riparo da occhi indiscreti. Ma sbagliavano: secondo la polizia, potevano vederli tutti. Per questo una coppia di ennesi – lui ha ventuno anni, lei sedici – sono stati denunciati a piede libero per atti osceni in luogo pubblico. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Squadra mobile, diretti dal vicequestore Giovanni Cuciti, da qualche tempo i due avevano individuato quel posto, alle spalle di un palazzone di via Pergusina a Enna bassa, per appartarsi. Sarebbe questo il tenore della segnalazione giunta in Questura. Così questa storia è arrivata alle orecchie dei poliziotti della squadra mobile, che hanno deciso di andare a controllare. Sono stati disposti due servizi di appostamento, uno con l’autocivetta e un altro con le volanti, che hanno esteso il loro giro.


Prima di pomeriggio, a opera degli agenti della sezione “Reati contro la persona” della Mobile, poi di sera è andata un’auto di servizio delle volanti, diretta dal commissario capo Claudio Pucci. Gli investigatori sostengono che i due, nonostante l’evidente attenzione riservata alla ricerca del luogo dove “nascondersi” – che credevano fosse sicuro, e dove si erano convinti di non dare fastidio a nessuno – avessero proprio preso un granchio. Potevano essere visti dalla gente eccome, dicono i poliziotti: sta qui il senso dell’accusa. Il posteggio, infatti era alle spalle delle palazzine, si, ma pure da quel lato ci sono numerose finestre. Tant’è che gli agenti inizialmente devono aver pensato a una bufala, o alle “solite esagerazioni” della gente. «Una coppia viene a fare sesso qui davanti a tutti», avevano detto, scandalizzati, gli autori della segnalazione. Così di sera è arrivata la conferma. Appena ha visto arrivare la Volante, un vicino di casa ha attirato l’attenzione degli agenti: «Andate a vedere con i vostri occhi», ha detto loro.


E quando i poliziotti si sono avvicinati senza fare rumore alla vettura, hanno trovato una scena tutt’altro che ambigua. Lui era totalmente nudo fuori dalla macchina e intento a compiere un rapporto sessuale con la giovane, che si trovava per metà fuori dalla macchina. Anch’ella, ovviamente, era senza abiti addosso, ma in parte veniva coperta dalla portiera della macchina. «Polizia, rivestitevi», hanno detto loro, un po’ per rassicurarli di non essere dei malintenzionati e un po’ per invitarli a ricomporsi, prima di andare in Questura. Così li hanno invitati a seguirli alla squadra mobile, dove è stato redatto un verbale e i due sono stati denunciati a piede libero. Per lui procede la procura di Enna, mentre per la ragazza si indagherà alla procura per i minori di Caltanissetta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X