Piazza Armerina, bimba aggredita da un cane

Paura in via Tasso. La piccola di 3 anni, finita in ospedale, stava giocando nel parco quando un rottweiler al guinzaglio le ha azzannato un polpaccio

PIAZZA ARMERINA. Si trovava a giocare nel parchetto giochi attrezzato di via Tasso, accanto alla scuola media Cascino, accompagnata dalla mamma, quando un cane padronale l'avrebbe azzannata con un morso al polpaccio della gamba destra, facendola finire al Pronto Soccorso dell'ospedale Chiello.
Poteva finire peggio per una bambina di tre anni, vittima delle attenzioni di un Rottweiler tenuto al guinzaglio dal suo padrone, un passante che in quel momento si sarebbe trovato nella zona a passeggio con il suo cane. Momenti di grande paura e apprensione per la piccola e la madre, trasportati d'urgenza al presidio sanitario di contrada Bellia, dove sarebbero stati praticati dai sanitari non più di una decina di punti di sutura sulla ferita, con una prognosi di circa 12 giorni. La bambina è stata anche sottoposta dai medici ad alcune radiografie che hanno escluso per fortuna la presenza di fratture agli arti inferiori. Il Pronto Soccorso, poi, avrebbe comunicato l'episodio agli agenti del commissariato di via Manzoni, i quali a loro volta avrebbero poi girato la segnalazione al Comando della Polizia municipale.
I vigili urbani hanno effettuato una sommaria verifica dei fatti, ma trattandosi di un cane padronale e non randagio l'indagine non sarebbe andata oltre. Si attende un'eventuale denuncia di parte dei familiari della bambina perché si possa procedere ad accertare le eventuali responsabilità per l'episodio. Ma finora non sarebbe stata depositata alcuna denuncia alle forze dell'ordine. Tanta paura, quindi, ma per fortuna non conseguenze gravi. Una recente ordinanza comunale aveva vietato ai padroni di quattrozampe di portare a passeggio i propri quattrozampe nelle aree attrezzate a giochi frequentate da bambini.
Si tratta del secondo caso di aggressione di un quattrozampe padronale ad una bambina in meno di un mese. Al Pronto Soccorso dell'ospedale Chiello a fine agosto era finita una bimba, anche in questo quel caso di tre anni, con ferite multiple al labbro inferiore, occhio e orecchio sinistro. La piccola, secondo le indagini condotte un mese fa dai carabinieri della Stazione armerina, sarebbe stata aggredita da un cane di razza «Corso» mentre si trovava con la famiglia a trascorrere la domenica in campagna, a casa di parenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati