Forestale muore mentre tenta di spegnere un rogo

Giuseppe Perri, 55 anni, si è accasciato a terra, forse per un infarto, mentre interveniva nell'incendio della Valle dell'Imera. E' la seconda tragedia di quest'anno

PIETRAPERZIA. E’ morto, forse per un arresto cardiaco, mentre difendeva la sua terra da un incendio. Giuseppe Perri, 55 anni di Barrafranca, faceva parte della Sab, Squadra antincendio boschivo. Sposato, con due figli, Perri è la seconda vittima della Forestale quest’anno: ad agosto era morto un operaio di Castronovo di Sicilia.
Al momento del decesso, Perri stava intervenendo insieme alla sua squadra nella riserva orientata della Valle dell’Imera meridionale per spegnere un incendio che stava divorando alcune specialità florovivaistiche della zona. Dopo circa un’ora di lavoro, Perri si è accasciato per terra. I suoi compagni di lavoro sono accorsi immediatamente in suo aiuto e lo hanno trasportato alla Residenza sanitaria assistenziale, di via Sant’Orsola, a Pietraperzia. L’équipe del 118, guidata dal dottore Eduardo Campione, ha tentato inutilmente di salvarlo tramite respirazione bocca a bocca e defibrillatore. Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione locale e il comandante della Forestale, distaccamento di Pietraperzia, ispettore superiore Filippo Emma. «Lascerà un grande vuoto fra di noi», ha commentato Emma.

Un servizio nell'edizione di Enna del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati