Si avventa da dietro per stuprarle, paura per due donne a Enna Bassa

Le vittime delle aggressioni, compiute forse da un solo uomo giovedì pomeriggio, sono una studentessa e una professionista

ENNA. Due aggressioni a sfondo sessuale sono avvenute l'altro ieri sera in via delle Olimpiadi a Enna bassa, a ridosso della facoltà di Ingegneria. In entrambi i casi le vittime sono riuscite a sfuggire al maniaco, forse di origini nordafricane, prima che riuscisse a commettere le violenze. Entrambe le donne hanno sporto denuncia alla polizia. Gli episodi sono avvenuti giovedì tra le 17,30 e le 19, anche se la notizia è trapelata solo ieri. Le vittime sono una studentessa dell'università Kore e una professionista che vive a Enna bassa.

Secondo quanto trapelato, il maniaco ha approfittato della scarsa illuminazione per entrare in azione. Ha visto una signora di Enna uscire da una casa e le si è avvicinato da dietro mentre stava aprendo la portiera della macchina. L'aggressore ha tentato di spogliarla sollevando la gonna, ma lei si è messa a gridare e si è buttata a terra. Le urla hanno richiamato alcune persone che erano nei paraggi. Hanno acceso le luci e lui è fuggito. La donna si è presentata in Questura a sporgere denuncia e a tentare di fornire una descrizione dell'aggressore.
Sempre in Questura, poche ore prima, si era presentata una studentessa. Anche la sua storia era identica: un uomo le si era avvicinato e aveva tentato di aggredirla, a quel punto lei si era messa a correre e si era rifugiata all'interno dell'università, mentre lui era costretto alla fuga. La descrizione della studentessa, da quanto trapela, collimerebbe con quella della professionista.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati