Frane e strade chiuse, disagi dopo le forti piogge

Colpita in particolare la Sp 81 dove si è verificata la caduta di un masso dalle dimensioni considerevoli

ENNA. Ieri mattina la Provincia ha dato notizia del cessato allarme meteo.
Per due giorni è stata grande l'allerta, dalle 9 di mercoledì 31 ottobre e fino alle 19 di giovedì 1 novembre, nella sala operativa unificata di protezione civile.
Il gruppo che ha monitorizzato costantemente la situazione è stato costituito esclusivamente dal personale della Provinca.
A coordinarlo il dirigente Giuseppe Colajanni che ha fronteggiato l'emergenza in questi giorni lungo tutta la rete viaria del territorio ennese.
Nel frattempo, è stata fatta anche una ricognizione su tutti gli edifici di competenza della Provincia per verificare la loro stabilità.
Sono stati monitorati i vari dissesti e le aree di attenzione.
Le abbondanti piogge dei giorni scorsi, hanno causato diverse frane nel territorio ennese, in particolare sulla Sp 81 dove si è verificata la caduta di un masso dalle dimensioni considerevoli.
Non a caso la via è stata chiusa al transito. Disagi anche sulle strade provinciali 12, 15, 16, 23/a, 38, 58 e 78.
In particolare, nella notte e per tutto giovedì, il personale del quinto settore Viabilità è intervenuto varie volte.
Gli eventi sono stati monitorati costantemente anche dal presidente Giuseppe Monaco e dagli assessori alla Protezione civile ed alle Infrastrutture, Giuseppe Amato e Antonio Alvano. «Un ringraziamento - dice Monaco - va a tutto il personale che è stato impegnato durante la fase emergenziale per la tempestività degli interventi effettuati». P.D.M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati