Rifiuti, bollette in arrivo in città: per i cittadini risparmi del 10 per cento

Ulteriore riduzione delle tariffe, dopo lo sconto dello scorso anno, nonostante i costi siano in crescita. Si risparmierà con la differenziata
Enna, Archivio

ENNA. Malgrado un incremento del costo del servizio anche nella bolletta rifiuti 2012, come è stato già per quella dell'anno precedente, i cittadini ennesi avranno uno sconto del 10 per cento. Lo conferma l'assessore al Bilancio del capoluogo Vittorio Di Gangi.

Quest'anno, infatti, il costo del servizio di raccolta dei rifiuti si attesta a poco più di 4 milioni di euro, per la precisione 4.010.000 euro, circa 150 mila euro in più rispetto all'anno precedente.

L'aumento del 2012 rispetto al 2011 è dovuto più che altro all'avvio della raccolta differenziata iniziata dalla società Ennaeuno da lunedì scorso, che interessa momentaneamente solamente circa il 25 per cento della popolazione. Per la differenziata, si confida nel fatto che sin da subito le percentuali possano essere «interessanti» poiché significherebbe meno conferimento dei rifiuti in discarica e quindi ulteriore diminuzione del costo del servizio.

La bolletta come sempre potrà essere pagata in unica soluzione entro novembre o rateizzata con 4 scadenze rispettivamente a novembre, gennaio, marzo, maggio. Ma per gli ennesi la bolletta sarà più «leggera» del 10 per cento rispetto a quella dell'anno scorso, che a sua volta era già scontata di un altro 10 per cento.

Facendo i «conti della massaia», nell'arco di 2 anni il costo della bolletta agli ennesi è stato diminuito del 19,6 per cento. Un percorso virtuoso quello avviato in questi ultimi anni dal Comune che, secondo Di Gangi, dovrebbe portare ad ampliare la platea del numero di persone che pagano. Più persone pagano, anche grazie ai controlli avviati, minore sarà il costo del servizio a carico dei cittadini.

Dal comune confidano di superare la percentuale dello scorso anno dei soggetti che hanno pagato, che è stata di circa il 65 per cento delle poco più di 12 mila bollette inviate, oltre 20 punti in più rispetto al 2010.

Di Gangi invece non sembra per niente preoccupato del fatto che la Regione, attraverso la società d'ambito Ennaeuno ha chiesto al Comune di Enna di versare oltre 4 milioni di euro alla stessa Ennaeuno per somme dovute da questa ma mai incassate dal Comune quando però la bollettazione era di competenza di Ennauno ed i Comuni davano per legge una sorta di "contributo" chiamato Delta a copertura dei costi sostenuti in quegli anni da Ennaeuno per espletare il servizio.

«Prima ci dimostrino con pezze giustificative che queste somme che il Comune dovrebbe versare equivalgano a servizi efficienti ed esaurienti ricevuti - ha commentato Di Gangi - dopodichè inizieremo a discutere. Il dato certo nel servizio di raccolta dei rifiuti invece è che i cittadini ennesi nell'arco di 2 anni hanno visto ridotto il costo della bolletta del 10 per cento». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X