Sicurezza delle scuole, richiesti otto milioni

La Provincia accede a un bando dell'Unione Europea e chiede a Bruxelles i fondi per migliorare la sicurezza di undici scuole dell’Ennese

ENNA. La Provincia accede a un bando dell'Unione Europea e chiede a Bruxelles fondi per 8 milioni di euro, col fine di migliorare la sicurezza di undici scuole dell’Ennese e per assicurare una maggiore efficienza energetica degli edifici. Una pioggia di euro potrebbe arrivare dall'Ue ora che le scuole hanno siglato singoli accordi con la Provincia, ufficializzando le richieste di fondi.

Secondo il vicepresidente dell'ente Antonio Alvano ora si aspettano solo i decreti di finanziamento, particolare non da poco. «Per questi progetti è necessario costituire una cabina di regia - spiega Alvano - la cui responsabilità è stata affidata all'architetto Rosalba Felice, e che sarà composta anche dai dirigenti scolastici, direttori amministrativi e esponenti della giunta provinciale».

Il funzionario della provincia Rosalba Felice sta seguendo da vicino l’iter burocratico. I progetti da 750 mila euro a testa riguardano tre istituti superiori del capoluogo, tre di Nicosia, due di Piazza Armerina e una a testa a Leonforte, Gagliano Castelferrato, Troina.
J.TR.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati