Auto in fiamme, salve tre persone a Pietraperzia

Su una Fiat Stilo viaggiava un’intera famiglia, che è stata soccorsa dai carabinieri

PIETRAPERZIA. Una pattuglia di carabinieri della stazione locale di viale Don Bosco soccorre una famiglia di tre persone, padre, madre e la loro figlia di 22 anni la cui auto è stata distrutta da un incendio. Questi i fatti. Nella prima serata di sabato, erano all'incirca le 20, una pattuglia dei militari dell'Arma era in servizio e in giro per il paese per il controllo del territorio.

L'auto dei carabinieri aveva superato da poco il semaforo all'incrocio tra i viali Marconi, della Pace, Stefano di Blasi e Santa Croce con direzione proprio verso viale Della Pace. Arrivati all'altezza della casa che fu del maestro ebanista Filippo Panvini, i militari dell'Arma hanno incrociato una Fiat «Stilo SW» del 2005 targata CS013AJ. Alla guida c'era il cinquantatreenne Filippo Palascino, un uomo assolutamente pulito, attualmente disoccupato.

Con lui, sulla stessa auto, viaggiavano sua moglie e la loro figlia, una ragazza di 22 anni. Mentre l'automobile camminava con direzione viale Marconi, e quindi in senso inverso alla macchina dei carabinieri, dalla parte bassa della «Stilo» si sono cominciate a sprigionare delle lingue di fuoco e dal cofano motore usciva del fumo. I carabinieri, accortisi del grave pericolo, hanno fermato la Fiat «Stilo» e invitano gli occupanti ad abbandonare immediatamente l'auto. I tre passeggeri sono usciti dalla loro macchina.

Nel giro di pochi secondi, le fiamme si sono sviluppate in tutta la loro violenza. I carabinieri si sono prodigati per lo spegnimento delle fiamme e per evitare altri eventuali danni, essendo in una zona molto transitata dai numerosi automezzi da e per la bretella della veloce Pietraperzia Caltanissetta. Il punto in cui si è sviluppato l'incendio si trova anche in una zona densamente abitata. Nel giro di pochi minuti, le fiamme hanno avuto ragione del materiale infiammabile e distrutto la macchina. Sul posto sono intervenute due squadre di vigili del fuoco: una dal comando provinciale di Caltanissetta e una seconda da Enna.

I pompieri, con un’autobotte e una Campagnola hanno lavorato per circa mezz'ora. Un'altra mezz'ora di lavoro invece per constatare i danni. Filippo Palascino era uscito di casa con i suoi familiari per le spese del fine settimana. Niente lasciava pensare che la loro auto, da lì a poco, si sarebbe trasformata in una grande e spettacolare torcia infuocata. La macchina non era coperta da assicurazione contro il furto e l'incendio. I danni ammontano a circa tremila euro. L'incendio si sarebbe sviluppato a causa di una anomalia meccanica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati