Nicosia è assediata dai rifiuti

Cumuli di spazzatura invadono il centro urbano e la periferia. La raccolta non viene più effettuata con regolarità

NICOSIA. Cumuli si spazzatura invadono la città sia nel centro che nelle periferie. La raccolta dei rifiuti solidi urbani non viene effettuata con regolarità, le strade non vengono spazzate e la situazione igienica diventa ogni giorno più precaria anche accanto a quegli obiettivi sensibili, come le scuole e l'ospedale, verso i quali ci vorrebbe una maggiore attenzione. Il degrado che la città sta vivendo mina la sanità pubblica, la raccolta dei rifiuti avviene a rilento lasciando tempo e spazio all'accumulo di chili di spazzatura fuori dai cassonetti saturi, che non vengono svuotati giornalmente. Al disservizio, si è ormai abituati perché da quando della raccolta dei rifiuti si occupa l'Ato Enna Euno, prima attraverso Sicilia Ambiente e da circa un anno in maniera diretta, il servizio è sempre stato scadente, se si esclude un breve periodo dell'amministrazione Catania. Non ci sono notizie ufficiali ma pare che venerdì gli autocompattatori partiti da Nicosia per scaricare a Motta Sant'Anastasia sono dovuti ritornare carichi perché non sarebbero state pagate le quote di conferimento in discarica. Quote che più volte l'amministrazione Malfitano ha affermato che non pagherà fino a quando non verrà fatta chiarezza nei costi di gestione del servizio. Per l'amministrazione Malfitano sono necessarie delle pezze d'appoggio che l'Ato non ha ancora fornito, benché siano state richieste più volte. Si tratta di chilometraggi, ma anche di dettagli nelle fatture che mancherebbero. L'amministrazione è stata chiara e ha affermato che gli unici anticipi che avrebbe fatto, così come è accaduto regolarmente, sarebbero stati quelli per il pagamento degli operatori. Nessun anticipo, invece, per il conferimento in discarica fino a quando non sarebbero arrivati i giustificativi di spesa richiesti. In ogni caso l'Ato non riesce a portare a regime la raccolta e addirittura ci sono zone particolarmente inurbate, come a Crociate, dove la raccolta viene effettuata una sola volta a settimana. E se nel centro urbano va meglio certamente il servizio non viene garantito in maniera regolare. La mancata raccolta dei rifiuti solidi urbani è fondamentale per evitare l'insorgere di situazioni epidemiologiche con grave danno per la salute pubblica, favorite ed aggravate dal contatto di animali randagi con i rifiuti che fuoriescono dai cassonetti e che costituiscono veicoli di batteri. Insomma un'emergenza igienico - sanitaria all'interno del centro urbano pronta a scoppiare da un momento all'altro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati