Provincia, la terza gara ha fortuna: venduto l’hotel Sicilia

Assegnazione provvisoria della struttura alla Sga dell'imprenditore Calogero Salvaggio che gestisce già il Federico II

ENNA. Va in porto al terzo esperimento la gara per la vendita da parte della Provincia dell'hotel Sicilia. L'assegnazione provvisoria dell'intera struttura è andata alla Sga, società di gestione alberghiera di Enna, dell'imprenditore Calogero Salvaggio che nella parte bassa del capoluogo già gestisce già l'albergo Federico II° di nuova costruzione. La società Sga ha prodotto un'offerta di 2 milioni e 636 mila euro. L' importo a base d'asta invece era stato fissato in 2 milioni 610.630,40 euro. L'offerta della società acquirente ha superato di 26 mila euro l'importo a base d'asta.

L'apertura dell'unica busta pervenuta alla Provincia è stata effettuata ieri mattina alle 10 dal responsabile del procedimento Giovanni Battaglia in seduta pubblica. Va detto che nel bando era previsto di dare esecuzione alla gara anche in presenza di una sola offerta. C'è ora da verificare la volontà della società, Aiti srl, che oggi gestisce la struttura e che vanta un diritto di prelazione sull'intero immobile. In ogni caso sono soldi freschi che entreranno nelle casse della Provincia nel giro di pochi mesi e che danno respiro all'asfittiche bilancio.

L'amministrazione guidata dal presidente Giuseppe Monaco ha da tempo puntato l'attenzione sulla vendita dell'albergo Sicilia per indirizzare le somme sulla realizzazione di alcuni progetti di utilità ed interesse collettivo. Ieri mattina la svolta, dopo due gare andate deserte ecco l'aggiudicazione anche se ancora in via provvisoria. «Finalmente una lieta notizia - dice l'assessore al Bilancio Mario Barbarotto - dopo un anno difficilissimo per le casse dell'ente, costretto a continue manovre per bilanciare i tagli. Con questa somma andiamo a rimpinguare il flusso di cassa e si allontana così il rischio di sforare il patto di stabilità. Patto che non solo andremo a rispettare ma anche a migliorare».

Ed ecco dove saranno destinate le somme: «Sbloccheremo le opere legate a queste entrate tra cui il liceo classico di Leonforte, la ristrutturazione del palazzo dell'ente e l'acquisto - conclude Barbarotto - degli infissi per il liceo classico di Enna». L'albergo Sicilia posto nel centro storico del capoluogo è situato nella centralissima piazza Napoleone Colajanni. La costruzione risale agli anni '50 e si estende su una superficie di 5 mila metri quadrati, dispone di 60 camere, di diversa tipologia, sala da pranzo, sala conferenza e altri spazi dedicati alla ricezione alberghiera. Per decenni l'hotel Sicilia è rimasto l'unico albergo in funzione nella parte alta della città. Oggi la città può contare anche sulla funzionalità del Bristol e di numerosi B&B.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati