Si dimette il ragioniere capo, il sindaco di Piazza dice no

Alfonso Catalano ha manifestato l'intenzione di lasciare a causa dei troppi carichi di lavoro degli ultimi tempi. Per Nigrelli è una decisione inapplicabile

Enna, Archivio

PIAZZA ARMERINA. Lettera di dimissioni dalla guida del settore Economico-finanziario comunale presentata dal ragioniere capo Alfonso Catalano a causa dei troppi carichi di lavoro degli ultimi tempi. Ma le dimissioni di fatto sarebbero state respinte, o meglio considerate “inapplicabili” dal sindaco Carmelo Nigrelli.


Catalano, vincitore di concorso proprio per ricoprire il delicato ruolo di ragioniere capo, di fatto sarebbe insostituibile e la sua lettera inviata all’amministrazione comunale sembra destinata in qualche modo a rientrare. Da Sala delle Luci bocche cucite sull’iniziativa del ragioniere capo. La lettera sarebbe da collegare ad una stanchezza dovuta alla troppa mole di lavoro del dirigente e alla insufficienza del personale di supporto al settore che andrebbe potenziato, soprattutto in un momento di forte instabilità dei conti pubblici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati