Sessanta studenti ospiti in hotel: aumentate le borse di studio

L’Ersu ha portato a 350 il numero di beneficiari che potranno ricevere circa 3.000 euro, rispetto ai 250 inizialmente pianificati

ENNA. Sessanta studenti dell'università Kore saranno ospitati fino al 22 dicembre all'Hotel Sicilia, nel cuore del centro storico di Enna, a due passi da piazza Garibaldi.
Lo ha deciso l'Ersu di Enna, l'ente regionale per il diritto allo studio, presieduto da Angelo Moceri, in attesa che si completino i lavori alla Domus Kore, la casa dello studente, la seconda residenza per gli universitari ennesi dopo il Sixty-four Room di Enna bassa, realtà già affermata e che ospita altri cento studenti.
Entro gennaio, secondo il presidente Moceri, i lavori in via Mulino a Vento potrebbero concludersi e così la struttura, che già è praticamente pronta da tempo - in passato fu anche inaugurata in grande stile - ma ha dovuto fare i conti con vari furti e danneggiamenti, potrebbe finalmente aprire.
L'allocazione a Enna alta del residence degli universitari, così come la decisione di trasferire temporaneamente gli studenti all'hotel, presa già qualche mese fa, era stata chiesta più volte a gran voce agli organi dell'ateneo e all'Ersu dalle organizzazioni civiche e dagli stessi cittadini, che hanno segnalato come, a fronte di una città universitaria sempre più grossa e importante a Enna bassa, il centro storico secondo loro sarebbe rimasto fuori dall'ateneo, dalle sue strutture e dall'indotto.
Gli uffici dell'Ersu, diretti da Valerio Caltagirone, hanno anche svolto un bando, con cui è stato attivato un servizio di ristorazione, affidato a un'attività del centro storico, che si va ad aggiungere ai ristoranti e agli hotel già convenzionati a Enna bassa.
Le novità relative al residence e alla ristorazione però non sono le sole per gli studenti della Kore. L'Ersu ha anche deciso di innalzare a 350 il numero di borse di studio che saranno conferite a studenti meritevoli e bisognosi, rispetto a una quota iniziale di 250. A ognuno dei vincitori del bando sarà consegnata una somma fra i tremila e i 3.500 euro.
«Era uno degli obiettivi che si era prefisso il consiglio di amministrazione - spiegano alcuni componenti del cda, presieduto da Moceri - e lo abbiamo raggiunto nel migliore dei modi: premiare 350 studenti è sicuramente un risultato importante».
Infine si lavora al potenziamento dei laboratori e a diversi progetti, come quello «Ersu Band», in collaborazione con l'eclettico artista ennese Mario Incudine; o il progetto per la creazione di un laboratorio teatrale, diretto dall'attore e regista Carlo Greca, anch'egli ennese.
Infine l'Ersu ha attivato una convenzione con il cinema Grivi, per consentire agli studenti di assistere alle proiezioni a prezzi scontati e promuovere così l’arte cinematografica. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati