Enna, Archivio

Museo del Palio dei Normanni, via libera a progetto da 600 mila euro

I lavori di ristrutturazione ed allestimento nei locali un tempo utilizzati come deposito di nocciole e mandorle

PIAZZA ARMERINA. Via libera al progetto esecutivo per la realizzazione del Museo del Palio dei Normanni, già finanziato con 600 mila euro. La giunta comunale ha approvato la delibera proposta dall'assessore alle Politiche del Territorio Tanino Guccio con cui far partire i lavori di ristrutturazione ed allestimento dei locali di via Monsignor Sturzo, un tempo utilizzati come deposito di nocciole e mandorle. Il progetto, uno degli otto inseriti dal Comune sul totale dei 23 che costituiscono il parco progetti del Pist, il piano integrato di sviluppo territoriale della provincia di Enna, era stato elaborato dai tecnici del settore Lavori pubblici: architetto Filippo Bruno, geometra Calogero Di Sano e architetto Fabrizio Dragotta. Il dipartimento regionale dei Beni culturali e dell'identità siciliana nel marzo scorso aveva con decreto stanziato 600 mila euro. Decreto poi registrato dalla Corte dei Conti il 23 aprile. Dei 600 mila euro di finanziamento 355 mila sono destinati a lavori edili, 131 all'allestimento e arredamento delle sale, il resto all'Iva, consulenze, utenze e altro.
«Nonostante il gracchiare di tanti corvi che volteggiano su questa città nella speranza di spartirsene le spoglie, Piazza continua a costruire il futuro dei suoi figli, mattone dopo mattone», il commento del sindaco Carmelo Nigrelli.
«Il museo del Palio verrà inserito nel Simpa, il sistema museale di Piazza, ma anche in un circuito museale sovra-locale per la promozione del territorio in stretta connessione con la Villa del Casale, si consolida il ruolo di capitale della cultura del centro della Sicilia e il nuovo museo rappresenterà un ulteriore attrattore per un turismo finalmente stanziale», aggiunge.
«I lavori potrebbero iniziare già entro l'inverno ed essere completati nel 2013», spiega l'assessore Guccio. Il museo, oltre che raccontare le attività e la storia del Palio e l'esposizione dei Palii di artisti contemporanei che ogni anno vengono consegnati al quartiere vincitore della Quintana, prevede la realizzazione di un angolo ristoro-caffetteria per servire piatti di tradizione medievale, un infopoint e centro biglietteria elettronica a servizio del Simpa. «Tra l'altro nello stesso periodo potrebbe essere realizzato il parcheggio pullman al posto del cinema Ariston, poiché le somme sono già disponibili", precisa l'amministratore. Anche l'assessore alle Feste e Tradizioni Calogero Cimino non nasconde la sua soddisfazione: «È sempre mancato un luogo in cui il Palio potesse essere promosso tutto l'anno, coinvolgeremo il Coordinamento del Palio e i quartieri nella gestione perché il museo, come il Palio, dovrà essere di tutta la comunità».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati