Non meno di 7 mila chili al giorno: raccolta differenziata, parte l’ecopunto

Si tratta di un centro privato che fa parte della rete nazionale di Liberambiente dove, a chi vi conferirà "rifiuto secco" verrà ricambiato in "baratto" in base a dei punteggi, generi alimentari di prima necessità

ENNA. Non meno di 7 mila chilogrammi al giorno. È questa la potenzialità di frazione di rifiuto secco ovvero, carta, cartone plastica, vetro e alluminio nel capoluogo su cui può contare l'Ecopunto che sarà inaugurato a Enna sabato prossimo alle 17. Si tratta di un centro di raccolta differenziata privato che fa parte della rete nazionale di Liberambiente dove a chi vi conferirà questo tipo di rifiuto verrà ricambiato in "baratto" in base a dei punteggi, che si assommano secondo la quantità di rifiuti conferiti, generi alimentari di prima necessità.

Quindi oltre che una vera attività imprenditoriale anche un ottimo strumento che potrà contribuire a contrastare la crisi economica che colpisce in particolare i ceti deboli visto che con il rifiuto prodotto potranno avere quanto meno in cambio generi alimentari che potranno alleggerire il costo della spesa mensile. Ad attivare l'Ecopunto tre giovani ennesi Stefano Di Vita, Marianna Di Caprio e Stefano Barbano che con non poco coraggio si stanno cimentando in questa singolare attività imprenditoriale.

Il centro si trova nei pressi di via dello Stadio a Enna mentre l'attività prenderà il via il lunedì' successivo con orari di conferimento che vanno dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Saranno raccolte tutte le frazioni secche tranne il vetro su cui la raccolta inizierà dal prossimo mese di gennaio. Ad oggi nella parte di città dove Ennaeuno da poco meno di un mese ha avviato in via sperimentale la raccolta differenziata "porta a porta", (contrada Scifitello a Enna bassa e Pergusa, con una raccolta complessiva di circa 1400 chilogrammi al giorno) quindi non solo della frazione secca ma anche dell'umido, la percentuale di rifiuti differenziati arriva al 55 per cento.

Di queste il 35,5 per cento ne rappresenta la frazione umida mentre il 19,5 la secca suddivisa in 3,95 di plastica, 6,70 di carta e cartone, 8,9 di vetro ed alluminio. Quindi considerando che giornalmente in città si raccolgono non meno di 35 tonnellate di rifiuti il suo 20 per cento è di circa 7 tonnellate. E' chiaro che non tutti i cittadini da lunedì prossimo andranno a conferire all'Ecopunto, ma è fuor di dubbio che i margini di riuscita di questa attività sono notevoli anche perchè il conferimento di rifiuti non è limitato solo agli ennesi ma lo potranno fare anche i residenti dei comuni limitrofi al capoluogo. RI.CA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati