Provincia, ancora finanziamenti per la messa in sicurezza delle scuole

Altri quattro istituti dell'ennese hanno avuto assegnate nuove somme: soldi anche dalla vendita dell’hotel Sicilia
Enna, Archivio

ENNA. Ancora finanziamenti per la messa in sicurezza delle scuole. Altri quattro istituti dell'ennese hanno avuto assegnate nuove somme a valere sui fondi Cipe. Si tratta del liceo classico Fratelli Testa di Nicosia 65 mila euro, liceo classico di Leonforte 65 mila euro, l'Itcg Maiorana di Troina 65 mila euro e liceo scientifico Farinato di Enna 309 mila euro. Riguardo quest'ultimo istituto i lavori saranno approntati nell'ala destinata in un primo momento ad accogliere alcune aule dell'istituto professionale. I finanziamenti saranno erogati sul secondo stralcio del programma straordinario di interventi per la messa in sicurezza, la prevenzione e la riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi anche non strutturali degli edifici scolastici.

Su questi stanziamenti hanno lavorato molto i tecnici della Provincia che hanno monitorato e verificato la tenuta delle strutture scolastiche in caso di eventi sismici. Quest'ultima trance di finanziamenti supera i 500 mila euro e va ad aggiungersi ai circa 8 milioni di euro già assegnati in precedenza. Le somme erano state suddivise a undici edifici scolastici dai fondi Pon 2007/2013. Per quanto riguarda l'erogazione dei finanziamenti, le somme dovrebbero essere disponibili nei primi mesi del 2013. Ne è convinto il vicepresidente della Provincia Antonio Alvano che ha già fatto predisporre le delibere di approvazione dei modelli di convenzione. Sono provvedimenti che vanno a regolare i rapporti tra il ministero alle Infrastrutture, il Miur e la Provincia.

«Sono somme aggiunte - dice Alvano - a quelle già ottenute e rappresentano un'opportunità unica per favorire il recupero edilizio degli istituti scolastici provinciali che presentavano carenze per la loro costruzione oramai datata». In particolare conclude il vicepresidente della Provincia: "Non va dimenticato che sono stati già appaltati i lavori del Maiorana di Piazza Armerina, del liceo classico e dell'istituto d'Arte di Enna per altri 3 milioni di euro. La vendita dell'hotel Sicilia consentirà un ulteriore investimento di un milione e 200 mila euro per il completamento del liceo classico di Leonforte».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X