Leonforte, sequestrati 9,5 milioni ad un imprenditore

Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Nicosia su richiesta del procuratore capo Fabio Scavone. In conti correnti riconducibili al negoziante, secondo quanto emerso da una verifica di ispettori della Tributaria, sarebbero transitate decine di milioni di euro

LEONFORTE. Beni per 9,5 milioni di  euro sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Enna a  un commerciante di Leonforte per evasione fiscale. Il  provvedimento è stato emesso dal Gip di Nicosia su richiesta  del procuratore capo Fabio Scavone.     In conti correnti riconducibili al negoziante, secondo quanto  emerso da una verifica di ispettori della Tributaria, sarebbero  transitate decine di milioni di euro. Gli investigatori  avrebbero anche riscontrato anomalie e operazioni sospette, alle  quali il contribuente non ha fornito spiegazioni ritenute  convincenti. Ricostruito il reale volume d'affari, militari  della guardia di finanza hanno contestato un'evasione d'imposta  per circa nove milioni e cinquecentomila euro. La presunta  violazione ha fatto scattare la denuncia a piede libero alla  Procura della Repubblica di Nicosia e la conseguente richiesta  di sequestro preventivo dei beni del commerciante.    Il provvedimento del Gip ha disposto il sequestrato del  patrimonio del presunto evasore, al quale non è stata concessa,  ad eccezione dell'abitazione principale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati