Piazza Armerina, la cattedrale resta chiusa dopo le 12

Nonostante l’appello della Diocesi, il sindaco Nigrelli spiega di «non avere personale a disposizione per garantire l’apertura»

PIAZZA ARMERINA. La Diocesi non ce la fa da sola e chiede una mano, il Comune non da la propria disponibilità, la Cattedrale rimane chiusa ai turisti tra le 12 e le 15.30. E ai turisti non resta altro che protestare. La chiesa più importante della Curia armerina anima il dibattito sulla sua limitata fruizione durante la giornata. Anche su facebook un gruppo nuovo di zecca, chiamato "Duomo Aperto", discute, chiede soluzioni e spinge per un'apertura ad orario continuato dell'edificio di culto. Ma Diocesi e Comune non sembrano sulla stessa linea d'onda.

«Per ora non stiamo lavorando su alcuna soluzione, ci vorrebbe un'intesa tra Diocesi, Parrocchia e Comune per reperire personale qualificato e di fiducia che possa coprire quella fascia oraria, serve un accordo specifico», spiega padre Giuseppe Paci, responsabile del settore Beni culturali della Diocesi di Piazza Armerina. Lo stesso vescovo Michele Pennisi nei giorni scorsi si era detto disponibile a soluzioni condivise con le istituzioni in grado di risolvere la questione. Ma dal sindaco Carmelo Nigrelli arriva la doccia fredda: «È un problema che devono risolvere Diocesi e Parrocchia, il Comune non è nelle condizioni di mettere a disposizione proprio personale, già facciamo fatica noi a poter garantire l'apertura dei siti museali e mostre nelle strutture comunali».

Ma ammette l'importanza del problema. «Quel buco tra le 12 e le 15.30 sicuramente riduce l'appetibilità del centro storico e crea disappunto tra i turisti», spiega, ricordando come negli ultimi anni i contenitori culturali aperti al pubblico nel centro storico si stiano moltiplicando. Proprio Comune e Diocesi di recente hanno siglato un accordo per l'inserimento del museo diocesano nel Simpa, il sistema museale comunale. Anche alcune chiese inserite in un itinerario sono state incluse nell'accordo, ma non la cattedrale.

«E i turisti continuano ad arrivare e a trovare chiusa la grande chiesa, non è un fatto tollerabile degno di una città turistica», dicono dal gruppo facebook "Duomo Aperto". E non si riesce a capire come mai Diocesi e Comune non riescano insieme a trovare un modo per colmare il buco ed evitare la delusione dei visitatori. «Il duomo non è un museo, ma un edificio di culto, e devono essere i visitatori ad adeguarsi agli orari della cattedrale e non la cattedrale agli orari dei turisti», ha anche sottolineato il vescovo Michele Pennisi, il quale, però, ha ribadito la disponibilità ad un accordo con enti pubblici come il Comune per garantire personale qualificato di fiducia. «A Cefalù la cattedrale rimane aperta, anche a Monreale, bisognerebbe studiare quelle realtà per capire come viene garantito l'orario continuato», suggerisce don Paci, favorevole ad aprire ai turisti per tutta la giornata la chiesa più importante della Diocesi.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook