Piazza Armerina, uno sciopero per salvare l'ospedale Chiello

A proporre la radicale iniziativa di protesta Luigi Bascetta, coordinatore provinciale del sindacato Cobas, il quale lancia l’idea di "circondare" l'Asl

PIAZZA ARMERINA. Circondare l’Asl e non fare uscire i dirigenti per salvare l’ospedale Chiello dal concreto rischio di una chiusura. A proporre la radicale iniziativa di protesta Luigi Bascetta, coordinatore provinciale del sindacato Cobas, il quale lancia l’idea di uno sciopero a tutto campo. “Ci vuole uno sciopero generale, bisogna bloccare tutto: scuole, trasporti, servizi, autostrade, punti di rifornimento energetici, uffici pubblici, supermercati”, dice Bascetta. “Quando migliaia di cittadini arrabbiati e decisi circonderanno l’Asl e la Prefettura e non faranno uscire per giorni questi signoroni del potere vedrete come diventeranno mansueti e ragionevoli e vedrete che, come per incanto, risolveremo il problema dell’ospedale, ci daranno pure l’elisoccorso”, spiega il sindacalista con un appello alla società civile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati