Bollette dei rifiuti da pagare, partono avvisi di accertamenti

Sono poco meno di un migliaio e sono indirizzati ai proprietari fantasma di immobili
Enna, Archivio

ENNA. Sono poco meno di un migliaio di avvisi di accertamenti che il Comune attraverso l'ufficio tributi sta inviando ad altrettanti possessori di immobili che dovranno chiarire la loro posizione sulla Tarsu, la Tassa rifiuti solidi urbani relativamente all'anno 2006. In pratica da queste persone, o soggetti giuridici l'ente comune vuole sapere se sono caricati sugli elenchi di colori che pagano le bollette e se ci sono se i metri quadrati dichiarati per il pagamento della bolletta, corrispondono poi al vero. E se è vero che l'accertamento è relativamente all'anno 2006 è anche vero che poi a caduta interesserà anche gli anni successivi. Quindi ci saranno sicuramente soggetti cui questo momento tremano le gambe perché dovranno chiarire la loro posizione di non meno 7 anni e spiegare eventualmente perchè sino ad oggi il cittadino onesto che ha fatto sempre il proprio dovere ha pagato anche per lui e quindi più di quanto gli competeva e passando anche per fesso. È chiaro che allargando la platea degli utenti con obbligo di pagamento si applica il motto "pagare tutti pagare meno». Ad oggi il corso del servizio della raccolta dei rifiuti che nel capoluogo per l'anno 2012 è di poco meno di 4 milioni e 100 mila euro, è spalmato poco meno di 11 mila utenze con un media quindi di 372 euro a utenza. Passando a 12 mila utenze la media scenderebbe a 341. È fuor di dubbio che questi calcoli sono molto approssimativi anche perchè non è detto che tutti gli avvisi inviati corrisponderanno poi di sicuro ad altrettanti evasori totali. E non solo il pagamento della bolletta è differente ad esempio tra una utenza domestica ed una attività pubblica o commerciale. Per il 2011 ad esempio il Comune è riuscito ad incassare poco meno del 70 per cento dell'importo complessivo delle bollette inviate che equivalevano a circa 3 milioni e 500 mila euro. All’appello, in questo caso, mancherebbero circa 700 mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X