Villa Romana del Casale, ora visite anche on line

Direzioni didattiche e insegnanti potranno registrarsi sul portale del Parco Archeologico e ricevere una password
Enna, Archivio

PIAZZA ARMERINA. Sbarcano on line i percorsi didattici nella Villa Romana del Casale per le scolaresche di ogni ordine e grado e agli enti di formazione educativa. Direzioni scolastiche e insegnanti potranno registrarsi sul portale del Parco Archeologico del sito Unesco, ricevere una password, accedere nella sezione "Parco Scuola" e consultare i diversi progetti di interazione tra gli alunni, i percorsi previsti, poter consultare e ricevere il materiale didattico, scegliere itinerari a tema ed effettuare una visita con guide accreditate. Un modo più interattivo di far conoscere i pavimenti musivi di contrada Casale tra i banchi scolastici, con la possibilità per gli insegnanti di contattare un team dedicato alla didattica per le scuole del Parco, scaricare dal portale le proposte tematiche su cui poter far lavorare i ragazzi, per poi organizzare visite "attive" legate alle attività di laboratorio seguite dai gruppi di studenti. In pratica gli istituti scolastici potranno prepararsi a distanza per visitare i mosaici, con approfondimenti mirati, prima ancora di mettere piede sulle passerelle dell'area archeologica. O magari seguire durante tutto l'anno un percorso di studio e visita del sito. Sul portale, ad esempio, ci sono i progetti per la scuola primaria con le schede su "C'era una volta il mito" e la "Cucina a colori", poi si passa al "Sentiero degli dei" e "A tavola in Villa: osservare giocando" per le scuole secondarie di primo grado, passando per schede legate al rapporto tra Villa e natura e così via. In programma anche progetti destinati agli studenti dell'area Mediterranea, una vasta zona geografica che con il sito Unesco condivide per storia e cultura comuni radici. E non dovranno mancare, almeno nelle intenzioni dichiarate della direzione del Parco, anche iniziative per laboratori in classe come "Fantabaule" per dare spazio alla creatività degli studenti e coinvolgerli in veri e propri concorsi. Un criterio più attivo e dinamico di avvicinare la Villa Romana del Casale al mondo della scuola. Del resto proprio il "turismo scolastico" rappresenta da sempre una delle fette più importanti del "mercato" dei visitatori che ogni anno varca l'ingresso del sito archeologico, soprattutto tra marzo, aprile e maggio, i tre mesi che per tradizione sono dedicati alle gite di uno o più giorni. E per un sito culturale che si è dato di recente un Piano di gestione Unesco e una veste nuova con il restauro dei mosaici e la copertura rinnovata non poteva mancare un approccio diverso e più al passo con i tempi con i banchi di scuola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X