Materassi e lavatrici, non decolla l’area di «deposito» all’ex mercato di Piazza Armerina

Rischia di trasformarsi in un flop il servizio di scarico temporaneo dei rifiuti ingombranti

PIAZZA ARMERINA. Rischia di trasformarsi in un flop il servizio di deposito temporaneo dei rifiuti ingombranti dell'ex mercato ortofrutticolo se non parte un'adeguata campagna di informazione per gli utenti. Da circa un mese, infatti, l'area di via Manzoni, individuata in seguito ad un accordo tra Comune e Sicilia Ambiente per consentire ai cittadini di disfarsi di vecchi mobili, elettrodomestici e materassi, pur attivata e già operativa, non è stata praticamente utilizzata dai piazzesi. E cosa paradossale i rifiuti ingombranti continuano ad essere scaraventati nel centro urbano e nelle contrade attorno alla città. Il motivo? Nessuno o quasi nessuno è a conoscenza dell'ordinanza messa nero su bianco dall'amministrazione comunale in collaborazione con Sicilia Ambiente, la società che gestisce la raccolta dei rifiuti solidi urbani. Già da un mese i rifiuti possono essere portati dai cittadini una volta a settimana, e precisamente ogni sabato dalle 8 alle 11, nel sito di via Manzoni, all'ingresso sud della città dei mosaici. Basta recarsi sul posto, con il televisore vecchio, lo stereo ormai rotto, un tavolo sgangherato o un piccolo frigorifero inutilizzato, e trovare un operaio con un mezzo "scarrabile" attrezzato per prelevare il rifiuto e portarlo nei centri di raccolta per lo smaltimento. La campagna di informazione che doveva accompagnare l'iniziativa, però, per ora non è partita e il servizio stenta a partire. Era stata un'ordinanza comunale a dare il via libera all'operazione con l'obiettivo di evitare il fenomeno incivile dell'abbandono di rifiuti ingombranti in giro per il centro urbano, come avvenuto negli ultimi mesi, con la formazione di quattro grandi discariche a cielo aperto in piena città. Tonnellate di rifiuti che hanno provocato forti e vibrate proteste da parte dei cittadini che hanno visto alcuni spazi urbani ridotti in cumuli di rifiuti di ogni genere, gettando discredito sull'immagine della città dei mosaici. Ma come confermano gli stessi responsabili di Sicilia Ambiente ai cancelli dell'ex mercato ortofrutticolo praticamente non si presenta nessuno, mentre le campagne vicine e le vie urbane continuano ad "ospitare" vagonate di elettrodomestici abbandonati in modo incivile dai cittadini. I controlli, poi, non sono mai scattati e le sanzioni per abbandono di rifiuti in pieno centro urbano non ci sono mai state. Serve, quindi, anche un giro di vite sul piano della vigilanza. Continua a rimanere attivo anche il servizio previsto da Sicilia Ambiente di prelievo a domicilio, preventivamente concordato via telefono, dei rifiuti più ingombranti e pesanti. Ed anche qui occorrerebbe rendere pubblico il numero di telefono che consente all'utenza di poter contattare il personale addetto al servizio. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook