Piazza, campo sportivo nel degrado: protestano le società

A finire nel mirino è soprattutto la condizione igienica dei bagni interni all'impianto che si aggrava dopo ogni mercato settimanale
Enna, Archivio

PIAZZA ARMERINA. Campo sportivo Sant'Ippolito sporco, soprattutto in alcuni giorni della settimana e dirigenti sportivi arrabbiati. A finire nel mirino è soprattutto la condizione igienica dei bagni interni all'impianto sportivo, la quale si aggrava, poi, dopo ogni mercato settimanale del giovedì mattina, quando i wc della struttura vengono aperti al pubblico e agli operatori commerciali titolari delle bancarelle. Una situazione resa più difficile dalla sospensione nei giorni scorsi delle attività di supporto svolte dai lavoratori dell'ex reddito minimo d'inserimento. «C'è sporcizia dappertutto, il giovedì pomeriggio quando veniamo ad allenarci con i nostri ragazzi del settore giovanile non possiamo nascondere che la situazione è veramente assurda, troviamo i bagni in condizioni pietose, e siamo costretti spesso a doverli pulire noi, una situazione insostenibile che poi troppe volte coinvolge anche gli spogliatoi che troviamo in cattive condizioni», afferma Giuseppe Diana, responsabile della scuola calcio della Studentesca Armerina che prende parte ai campionati regionali Giovanissimi e Allievi.
A questo si aggiunge la presenza all'interno dello stadio di buste di plastica, confezioni e cartacce che finiscono dentro dall'area mercatale collocata all'esterno, a Piano Sant'Ippolito, essendo i cancelli di ingresso completamenti aperti ogni giovedì mattina per garantire l'accesso ai servizi igienici. «Da quando non viene più a pulire il personale, a causa della sospensione del lavoro degli ex reddito minimo, la situazione è peggiorata», aggiunge Diana, il quale se la prende anche con i colleghi e lancia un appello a tenere comportamenti di maggiore rispetto: «Quando torniamo ad allenarci dopo che il campo viene utilizzato da altre squadre troviamo bottiglie di plastica in mezzo al campo, le porte piccole lasciate ai bordi del rettangolo di gioco, gli ostacoli usati per gli allenamenti in giro per il campo, poi dobbiamo essere noi a sistemare tutto in vista dei nostri allenamenti, chiediamo più collaborazione al Mirabella Calcio». La Studentesca Armerina è anche preoccupata per la cattiva immagine che l'impianto rischia di dare quando sono le squadre di calcio di altri paesi ad essere ospitate allo stadio per le partite casalinghe delle società sportive armerine. Già in passato gli spogliatoi erano stati al centro di polemiche a causa del cattivo funzionamento degli impianti interni. «Per questo chiediamo al Comune una maggiore pulizia dell'impianto durante la settimana», conclude il dirigente della Studentesca Armerina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook