Bollette dei rifiuti del 2006, esposto contro i pagamenti

Alle Procure di Enna, Nicosia ed alla Procura generale della Corte dei conti

ENNA. Assoconsumatori ha presentato un esposto alle Procure di Enna e Nicosia ed alla Procura generale della Corte dei conti di Palermo sulle bollette Tia 2006 dell'Ato rifiuti. A darne notizia il responsabile provinciale dell'associazione dei consumatori Pippo Bruno. Lo stesso ha chiesto formalmente al collegio liquidatore dell'Ato, Giovanni Interlicchia e Michele Sutera, nonché ai sindaci di fare «chiarezza una volta per tutte sul pagamento delle bollette». Assoconsumatori ritiene che la sospensione del pagamento, comunicata nei giorni scorsi al sindaco di Enna «non può essere frutto di singole trattative. Il problema riguarda l'intera provincia e come tale deve essere affrontato». Bruno è categorico: «Le bollette sono illegittime in tutti i comuni». Ecco perche non basta un provvedimento di sospensione è necessario «l'annullamento totale, inviando note di credito di pari importo delle fatture emesse». Bruno affronta anche il problema di chi ha pagato: «Il collegio deve rimborsare i versamenti effettuati da chi in buona fede ha pagato». Assoconsumatori chiede il rimborso per i pagamenti 2006, 2007 e 2008. «Chiarezza e accertamento delle responsabilità omissive e commissive di ognuno dei singoli soggetti coinvolti». Pippo Bruno e gli altri volontari dell'associazione continuano ad essere a disposizione dei cittadini di tutto il territorio ennese. Per ottenere chiarimenti o un incontro telefonare al 329 3131303. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati