Differenziata, al centro privato 45 tonnellate in 45 giorni

Generi alimentari in cambio di rifiuti, funziona la raccolta
Enna, Archivio

ENNA. Quasi 46 tonnellate di rifiuti in 45 giorni di calendario. Sono questi i numeri dell'Ecopunto attivo dallo scorso 15 dicembre a Enna. In pratica una media di una tonnellata al giorno anche se però il trend è nettamente in crescita ed ormai si attesta intorno a 1500 chili al giorno da lunedì a venerdì. Ed è in costante aumento con una media di una ventina di nuovi iscritti al giorni dei registrati all'Ecopunto che ormai si attesta a quasi 1150, per la precisione 1089 famiglie più 34 definite "azidende". Peccato però che tra questi non ci siano istituzioni pubbliche come scuole, uffici sia comunali, che provinciali che statali e tanti altri ancora che in particolare di carta e plastica ne consumano quantità notevoli. Se questi collaborassero sicuramente i numeri di conferimento sarebbero di gran lunga superiori. Ad ogni modo ormai gli ennesi che utilizzano quotidianamente l'Ecopunto toccano sicuramente le 5 mila unità. Queste le quantità di frazioni secche di rifiuti conferiti dallo scorso 15 dicembre a sabato scorso: carta 22895 chili, cartone 9458, vetro 8243, plastica 4103, alluminio 142. E continua, anche se non con questi risultati l'attività di raccolta differenziata "porta a porta" avviata dalla fine di ottobre in due zone del capoluogo da parte della società d'ambito Ennaeuno e che interessa anche in questo caso circa 5 mila residenti. Rispetto a quella dell'Ecopunto, dove tra l'altro al cittadino che conferisce vengono dati in baratto generi alimentari di prima necessità, la raccolta differenziata "Porta a porta" interessa la frazione umida.Nell'ultima settimana si è superata la soglia delle 9 tonnellata settimanali con una media di 1300 chili al giorno di cui il 55 per cento di differenziata, per la precisione, il 32 per cento di "umido" e la restante parte di frazione secca. Quindi un risultato che se venisse confermato per tutta la città significherebbe dimezzare la quantità di rifiuti del capoluogo che giornalmente vanno in discarica che sono circa 35 tonnellate giornaliere, con un notevole risparmio di costi sul servizio di raccolta e conferimento ma sopratutto un gran bene che si farebbe all'ambiente. Ed a quanto pare nei prossimi giorni la zona della città interessata alla raccolta differenziata "porta a porta" si allargherà. Lo ha anticipato direttamente il sindaco di Enna Paolo Garofalo che nei prossimi giorni insieme ai dirigenti di Ennaeuno indirà una conferenza stampa proprio per fare conoscere queste nuove modalità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook