Piazza, la zona del Duomo diventa isola pedonale: ecco come cambierà la circolazione

L’obiettivo è liberare parte del centro storico dalle auto e dare spazio alla gente
Enna, Archivio

PIAZZA ARMERINA. Isola pedonale in arrivo per una parte del Duomo, nel cuore del quartiere Monte. La piazza sarà nelle prossime ore parzialmente chiusa al traffico per consentire agli operai la posa dei dissuasori, con l'obiettivo di liberare questa fetta del centro storico da una parte delle auto e dare maggiore spazio ai pedoni. Verranno ricavati lungo il perimetro della piazza una trentina di posti auto per i residenti e quanti lavorano negli uffici e nella vicina scuola del comprensivo Capuana. Le automobili che provengono dalla via Cavour, giunte nella piazza, non svolteranno più immediatamente a sinistra, ma proseguiranno la loro corsa dietro il monumento di Marco Trigona e poi diritto percorreranno la piazza, camminando lungo l'inferriata perimetrale della stessa. Lo stesso comitato di quartiere Monte, molto attivo nell'attività quotidiana di tutela e rilancio del quartiere, promuove l'iniziativa del Comune, non senza nascondere, però, i primi malumori presenti in una parte della popolazione. «Finalmente il salotto buono della città su cui ricade la Cattedrale e Palazzo Trigona, sarà liberato dalle automobili, la parte centrale della piazza sarà restituita ai piazzesi, divenendo pedonale, il parcheggio selvaggio in ogni angolo della piazza sarà un lontano ricordo», dice Filippo Rausa, presidente del comitato Monte. «Naturalmente non tutti sono entusiasti della bontà del progetto, a iniziare da qualche quartierante che già ha iniziato a dire la sua per come sono state collocate le antiche panchine in ferro, ma si sa, ogni novità porta i pro e i contro, tanti altri quartieranti invece si sono espressi a favore sostenendo che non è mai troppo tardi per recuperare il tempo perduto», aggiunge. Per molti, poi, ci sarà qualche parcheggio in meno, non compensato dalle piazze e gli spazi vicini dove si trovano segnate le strisce blu a pagamento. Da qui l'auspicio che qualche striscia blu possa essere cancellata e rimessa in altre parti del centro urbano, in modo da garantire un certo numero di posti auto gratuiti per i residenti. La previsione dei dissuasori si inserisce in un contesto urbano, quello della piazza Duomo, destinato a vivere maggiore vitalità dopo l'apertura della pinacoteca comunale, il trasferimento a Palazzo Trigona della sede del Parco Archeologico della Villa Romana del Casale, il vicino Museo Diocesano e la sede del futuro Episcopio della Curia, cioè la sede del vescovo, con gli appartamenti per i sacerdoti. Rimane il neo della chiesa cattedrale, spesso trovata chiusa dai turisti nella fascia oraria compresa tra le 13 e le 15. Da più parti sono arrivati appelli alla Curia e al Comune a sperimentare una soluzione in grado di garantire l'apertura costante del Duomo durante tutta la giornata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook