Piazza Armerina, il bene confiscato diventerà un centro d'assistenza per le donne

Via libera della giunta al progetto esecutivo da 681 mila euro necessario alla ristrutturazione degli edifici e alla conversione del bene in una struttura in grado di tendere una mano concreta a ragazze in difficoltà

PIAZZA ARMERINA. L’immobile confiscato alla mafia in contrada Polleri diventerà un centro di assistenza alle donne che hanno subito violenza. Via libera della giunta al progetto esecutivo da 681 mila euro necessario alla ristrutturazione degli edifici  e alla conversione del bene in una struttura in grado di tendere una mano concreta a ragazze in difficoltà. Il progetto era stato già inserito nella graduatoria di merito definitiva delle operazioni ammissibili al finanziamento nell’ambito dei “Pist Coalizione 21”. Previsti anche fondi a carico delle casse comunali per 25 mila euro. Le somme dovranno servire all’acquisto di nuovi arredi e attrezzature, all’installazione di un laboratorio di microfusione e ad un altro di pasticceria, con la relativa consulenza per l’avvio di una fase di formazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati