Rimpasto, in giunta entra la società civile

Primo annuncio, sforbiciata ai costi della politica con una nuova riduzione del 10 per cento delle indennità di sindaco e assessori

ENNA. Ieri, alle 15.30, il sindaco Paolo Garofalo ha ufficializzato la sua nuova giunta. Confermato un solo assessore, Vittorio Di Gangi. Tutto nuovo il resto della pattuglia. In esecutivo comunale entrano il capogruppo del Pd a Sala d'Euno Salvatore Cappa, il consigliere Francesco Nasonte e tre new entry del panorama politico comunale. Si tratta di Angela Marco funzionaria delle Poste, Fabiola Lo Presti dirigente della Confcommercio e Lorenzo Floresta dirigente nazionale del Forum dei giovani. In pratica un monocolore Pd con l'allargamento ad espressioni vicine al partito che lavorano nel mondo dell'imprenditoria e del sociale. Le deleghe verranno assegnate nei prossimi giorni. Primo annuncio sforbiciata ai costi della politica con una nuova riduzione del 10 per cento delle indennità di sindaco e assessori. Garofalo ha ribadito quale è stato il minimo comune denominatore per affrontare questa fase di crisi: "La soluzione possibile passa dalla compartecipazione". Ecco perché ha continuato ad incontrare tutte le forze politiche: "Bisogna superare gli ostacoli che si frappongono fra politica e comunità. Ho riscontrato consapevolezza, condivisione, compartecipazione ed assunzione di responsabilità". Corrispondenza anche negli incontri con Cgil, Cisl e Uil, le associazioni di categoria, il mondo dello sport, gli istituti di credito, la deputazione regionale e nazionale. Il sindaco ha indicato anche cosa c'è da fare: "Riduzione delle spese del Comune con una nuova riorganizzazione dei servizi". E poi: "Riduzione dei contributi garantendo la partecipazione del Comune solo per le manifestazioni ufficiali, riorganizzazione degli uffici, ridefinizione delle scuole materne, verifica rigorosa del disagio sociale, riduzione degli incarichi all'esterno". La nuova amministrazione promuoverà un incremento dell'azione di contrasto all'evasione e all'abusivismo. Prevista una rivisitazione del piano traffico e del piano sosta. Garofalo ha poi dato notizia che nei prossimi mesi partiranno i lavori per la realizzazione del Bike sharing per 410 mila euro, la riqualificazione urbana di San Pietro per 7 milioni e 500 mila euro, il recupero del Borgo cascino per un milione di euro, lo Sportello di segretariato sociale 520 mila euro e il Sistema di Data Warehouse Geografico 92 mila e 400 euro. Il sindaco ha infine indicato anche progetti a più largo respiro come "la realizzazione di uno strumento di locomozione non su rotabile tra Pergusa ed Enna alta". Nei giorni scorsi si era ipotizzato la realizzazione di una funivia tra la parte alta e la parte bassa della città.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati