Piazza Armerina, Mosaici: bagni per disabili e cartellonistica tra le priorità

Sono alcune delle necessità emerse durante il sopralluogo effettuato sabato alla Villa Romana del Casale dai componenti della settima commissione consiliare della Provincia
Enna, Archivio

PIAZZA ARMERINA. La polvere che si solleva puntualmente nella nuova area commerciale e crea problemi non solo agli automobilisti, ma anche ai turisti, e poi ancora il completamento della cartellonistica e il bisogno di alcune modifiche per il bagno destinato ai disabili.
Queste alcune delle necessità prioritarie emerse durante il sopralluogo effettuato sabato alla Villa Romana del Casale dai componenti della settima commissione consiliare della Provincia «Sport, turismo, valorizzazione dei beni culturali», presieduta da Giuseppe Regalbuto. Una visita effettuata con alcuni rappresentanti di categoria dei commercianti per verificare alcuni problemi, compresa l'apertura dei cancelli secondari del sito archeologico. L'assessore provinciale alla Viabilità, Antonio Alvano, ha già predisposto un progetto di 50 mila euro che consentirà di intervenire sul manto stradale adiacente l'area commerciale per evitare il sollevamento di quantità eccessive di polvere dal manto stradale.
L'idea è quella di spalmare una resina capace di fare da collant tra i detriti presenti a terra, trattenendoli al suolo. La polvere deriverebbe dal deposito nel luogo di calcestruzzo depotenziato che si è dimostrato inefficace, visti gli effetti emersi in pochi anni, senza l'utilizzo reale dell'area, se non da un mese circa. Il servizio dei parcheggi a pagamento, infatti, è attivo solo dal primo marzo scorso.
Presenti con il presidente Regalbuto anche i vari componenti della commissione, Filippo Crapanzano (Gruppo Misto), Domenico Bannò (Pd), Giovanni Russo (Futura Sicilia), Lorenzo Granata (Udc) e Alfredo Colianni (Mpa). Assente Mario Alloro del Pd. Presente la Cna con il responsabile provinciale Giuseppe Greca e i rappresentanti Daniela Gianni e Maurizio Barravecchia, Viviana Falcone e Maria Concetta Cammarata per la Confartigianato, Salvatore Bonanno per la Confesercenti, Maurizio Farina per la Confcommercio di Enna e Aldo Baltimora in rappresentanza di alcuni commercianti. Rimarcata l'assenza di contenitori per i rifiuti, la cartellonistica che indica ingresso e uscita dai parcheggi. Notata anche la presenza di un'uscita di emergenza chiusa della Villa Romana con una catena, anche se dotato di padiglione antipanico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook