Nicosia, ecco la Commissione aree pubbliche

Per la prima volta nella sua storia il Comune ha un organismo, in carica per la durata di quattro anni. A presiederlo il sindaco o un suo delegato

NICOSIA. Per la prima volta nella sua storia il Comune ha la Commissione per il commercio su aree pubbliche. Ad istituire l'importante organo di controllo e promozione del commercio su aree pubbliche il sindaco Sergio Malfitano, con propria determina. La commissione, che rimarrà in carica per 4 anni, sarà presieduta dal primo cittadino o da un suo delegato, e sarà composta dai dirigenti comunali del terzo e del quarto settore, ossia Polizia municipale e Utc. Ci sarà anche un esperto in problemi di distribuzione, individuato nell'ingegnere Alfio Di Costa. E poi le associazioni di categoria avranno nella Commissione un proprio rappresentante. Per Confcommercio individuato Maurizio Camagna, per Coldiretti Francesco De Luca, per Confesercenti Luca Castrogiovanni, per Confagricoltura Vincenzo Caldareri. Sono stati nominati membri supplenti Michele Lo Dico di Coldiretti, Luigi Ridolfo di Confesercenti, Fedele Modica di Confcommercio e Francesco Amoruso di Confagricoltura.
Il regolamento attualmente in vigore, per il commercio su aree pubbliche, venne approvato a maggio del 2009. Ad approvarlo, dopo che ad elaboralo era stata l'amministrazione comunale, fu il consiglio comunale dotando la città di uno strumento che mancava. Vennero decise alcune semplici regole, come ad esempio l'obbligo per gli ambulanti dei mercati di lasciare pulito il posto assegnato per la vendita, per il quale il canone va pagato, alle casse comunali, in forma anticipata entro e non oltre il 30 marzo di ogni anno. Il regolamento stabilì anche gli orari di vendita e così gli ambulanti dei mercati settimanali possono vendere dalle 8 alle 13, mentre quelli che vendono nelle aree predisposte nei quartieri, possono vendere dalle 7 alle 19 e proprio questa tipologia di ambulanti si era vista decentrare le aree di vendita. Per commercio su aree pubbliche si intende anche la somministrazione di alimenti e bevande, come quella particolarmente diffusa in città dove la quasi totalità di bar e ristoranti estende i propri locali su piazze marciapiedi. Tra le sue competenze la Commissione ha l'importante compito di esprimere parere su tutti i provvedimenti di rilascio, revoca o sospensione delle autorizzazioni all'esercizio del commercio. Esprime parere per la regolamentazione generale dell'esercizio del commercio su aree pubbliche.
A stabilire che dovesse essere istituita la Commissione comunale per il commercio su aree pubbliche è stata la legge regionale numero 18 del 1995 e dopo 18 anni la città si è adeguata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati