Rotonda Sant’Anna, lavori sull’asfalto e segnaletica nuova

Venerdì via al cantiere da 200 mila euro. Disagi per la presenza di buche sulle strade, previsti interventi di manutenzione da 145 mila euro

ENNA. Novità in tema di viabilità nel capoluogo. Ad annunciarle è il neo assessore ai Lavori pubblici Francesco Nasonte, che precisa: «Stiamo completando lo studio di nuovi accorgimenti nei percorsi che attraversano la città. L'obiettivo è dare più fluidità al traffico cittadino». Sulle novità, però, l'assessore è ermetico: «In queste ore completeremo lo studio con il comandante dei vigili urbani Campisi e già la prossima settimana inizieremo i cambiamenti». Nasonte non lascia trapelare nessuna indiscrezione, ma sembra che sotto la lente d'ingrandimento ci siano le rotonde, via Sant'Agata, corso Sicilia e piazza Europa. Per qualcuna di esse la funzionalità non è stata mai granchè apprezzata. Invece, dopo le prime critiche, è apprezzata per la sua funzionalità la grande rotonda del quadrivio Sant'Anna. Una testimonianza arriva dal consigliere comunale Giovanni Contino: «Da quando abbiamo tolto i semafori non ci sono più grandi ingorghi». In effetti, il flusso automobilistico è più fluido e qualche rallentamento si nota solo negli orari di punta. Un deficit, però, c'è: il manto stradale è in condizioni pietose.

«Lo sappiamo - continua l'assessore Nasonte - ma non potevamo intervenire con le frequenti piogge. Abbiamo atteso qualche giorno e venerdì procederemo con la completa bitumazione dell'intero anello». Ma c'è di più? «Giuste anche le critiche per la mancanza di segnaletica orizzontale. Ma non la potevamo fare senza la ribitumazione. Quindi il prossimo venerdì nuovo manto stradale e nuova segnaletica». Interventi che costano al Comune circa 200 mila euro. Comunque, tutta la città lamenta tante buche nelle strade: «Abbiamo affidato i lavori ad una ditta che comincerà ad intervenire settimana entrante. C'è stata una nostra raccomandazione per quelle strade. Interventi più solleciti dove c'è la presenza di scuole ed un alto tasso di anziani». Per questi lavori, il Comune spenderà circa 145 mila euro. «Abbiamo un parco progetti ampio per numerosi interventi. Attendiamo l'approvazione da parte del consiglio comunale del bilancio di previsione per essere certi delle somme che possiamo spendere e definire nei particolari le opere da fare». Il documento contabile di previsione dovrà essere approvato da Sala d'Euno entro giugno. Insomma, tanti progetti e un gruzzoletto da spendere. Però dentro la nuova giunta guidata dal sindaco Paolo Garofalo c'è insoddisfazione: «Purtroppo - conclude l'assessore Nasonte - non abbiamo uno Stato amico. È uno Stato che premia chi non rispetta le regole. Il nostro Comune è uno dei pochi virtuosi e non ha ottenuto nessun riconoscimento. Lo hanno ottenuto quelle amministrazioni che hanno fatto debiti». Il riferimento è chiaro e va dritto dritto a sbattere contro il tanto vituperato Patto di stabilità. Nei giorni scorsi era stato l'assessore al Bilancio Vittorio Di Gangi ad entrare a piedi uniti contro il provvedimento del governo Monti per nulla condiviso dagli enti locali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati