Piazza Armerina, box per ambulanti Assegnati i 28 posti alla Villa Romana

Sono ventisei le postazioni per la vendita di souvenir e due per la somministrazione di alimenti e bevande

PIAZZA ARMERINA. Parte la nuova area commerciale della Villa Romana del Casale dopo un lungo, lento e complicato iter durato quasi un anno. Pubblicata la graduatoria definitiva che assegna i 28 posti disponibili messi in gara dall'ufficio Commercio nelle settimane scorse. «Come previsto e come abbiamo detto per un anno tutti i commercianti che finora hanno esercitato nelle bancarelle saranno trasferiti nei nuovi box, l'ostruzionismo delle associazioni di categoria e gli errori commessi dal consiglio comunale sulla loro spinta hanno fatto perdere quasi un anno», dice, polemicamente, il sindaco Carmelo Nigrelli. Parole respinte al mittente proprio dalle varie sigle sindacali e dai gruppi consiliari d'opposizione. Le domande sono state 35 a fronte di 26 box disponibili per la vendita di souvenir e sono stati assegnati i punteggi con un massimo di 75,51 punti ed un minimo di 2 punti. Due postazioni, invece, sono state assegnate per la somministrazione di alimenti e bevande. Nei prossimi giorni verranno materialmente assegnati i box in legno ai commercianti, secondo l'ordine previsto dalla graduatoria pubblicata nell'albo pretorio, quindi verrà rilasciata la licenza di tipo A. Ci sono voluti ben due regolamenti consiliari approvati, diversi sit-in di protesta e numerose riunioni per arrivare alla graduatoria definitiva. Nei giorni scorsi erano state presentate opposizioni alla prima graduatoria da parte di almeno cinque operatori commerciali, osservazioni poi sottoposte all'esame della commissione esaminatrice di recente nomina. Le ditte collocate in posizione utile in entrambe le graduatorie (quella per la vendita di souvenir e quella per la somministrazione di alimenti e bevande) dovranno optare per un solo box e per una sola delle due categorie. Rimangono adesso le aspettative dei sindacati e operatori commerciali sulla qualità del sito in cui andranno a lavorare, soprattutto con riferimento alla pavimentazione dell'area sbriciolata a tal punto da provocare il sollevamento delle polveri al passaggio dei pullman. Proprio di recente su questo punto la Provincia di Enna ha assunto l'impegno, con uno stanziamento finanziario, ad effettuare un intervento di manutenzione sulla strada che porta alla nuova area dei parcheggi a pagamento, adiacente l'area commerciale. Non è escluso, inoltre, il ricorso al Tar di Catania da parte di qualche commerciante e sindacato di categoria, così come annunciato nei mesi scorsi, quando il clima di tensione e muro contro muro aveva provocato forti fibrillazioni con l'amministrazione comunale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati