«Spazzatura selvaggia»: Nicosia affoga tra i rifiuti

Domani scuole chiuse per precauzione

NICOSIA. Rimane drammatica, sul versante sanitario, la situazione generale a Nicosia, dove la raccolta dei rifiuti non è ripresa nemmeno ieri e nel frattempo gli utenti continuano a conferire contribuendo a fare aumentare i cumuli di rifiuti per le strade. L'unico servizio garantito dall'Ato EnnaEuno, come ormai succede da più di una settimana, è rimasto lo spazzamento delle strade che serve a ben poco visto che marciapiedi e carreggiate sono in parte coperte dai sacchetti dei rifiuti che si accumulano fuori dai cassonetti e che cani e gatti spargono la spazzatura dappertutto alla ricerca di cibo. A proliferare sono soprattutto i topi, che circolano indisturbati anche di giorno. Il caso più preoccupante in via Fratelli Testa dove sono in corso i lavori di rifacimento. I ratti escono dalle fogne aperte, trovano abbondante cibo tra i rifiuti si muovo tranquilli lungo tutta la centrale arteria indifferenti a rumori e passaggio dei pedoni. Ieri le scuole sono rimaste chiuse e non si è tenuto nemmeno il mercato, così come ha deciso il sindaco Sergio Malfitano, con propria ordinanza. Nella stessa ordinanza, che è stata firmata nel pomeriggio di venerdì, il primo cittadino intimava all'Ato EnnaEuno di riprendere la raccolta dei rifiuti entro 24 ore, che scadevano ieri pomeriggio ma la raccolta non è stata ripresa come invece si sperava. Anche domani e dopodomani le scuole di ogni ordine e grado rimarranno chiuse, mentre mercati e assembramenti non si terranno fino a giovedì. C.PU.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati