Piazza Armerina, vandali al cimitero: messaggi su cappelle

Nell'era degli sms, dei dialoghi via facebook e twitter, la vernice spray è ancora mezzo di comunicazione: ma imbrattare è comunque reato

PIAZZA ARMERINA. Viali, cappelle, monumenti e croci invase dall'erbaccia alta al cimitero Bellia e la polemica scatta puntuale da parte dei cittadini, i quali protestano per le condizioni in cui si trovano costretti ad operare quando arrivano in visita ai propri cari. E la situazione è destinata a peggiorare nelle prossime due, tre settimane, essendo il mese di maggio quello nel quale il disagio si ripresenta ogni anno in modo sistematico, raggiungendo il picco più alto a fine mese. In alcuni punti le piccole tombe con la croce al suolo sono praticamente sovrastate dalla vegetazione e quasi scompaiono del tutto. Erbaccia altissima non solo all'interno dell'area cimiteriale, ma anche all'esterno del cimitero, sui muri di cinta, di fronte alla zona dei parcheggi e sulla pensilina con la panchina per l'attesa dei mezzi del trasporto pubblico urbano. Stessa situazione ogni anno si ripropone per il cimitero vecchio monumentale di Santa Maria del Gesù, dove spesso negli anni scorsi è stato alto anche il rischio incendio. Chiesto un intervento di manutenzione all'assessorato al Verde pubblico e all'ufficio Tecnico comunale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati