Leonforte, è sempre più emergenza piccioni

Enna, Archivio

ENNA. È sempre più emergenza piccioni nella zona storica di Leonforte, letteralmente invasa dai volatili, che deturpano i monumenti e che hanno fondato autentiche macro-colonie nelle case abbandonate e sui monumenti. Uno dei luoghi più affollati è la Granfonte, monumento simbolo della città. Il problema, secondo i residenti, è divento incontenibile. Dalle scalinate di piazza Margherita alla Scuderia di piazza Branciforti, dal sagrato della chiesa Madre alla chiesa di Santo Stefano, sono migliaia i colombi che riempiono con i loro escrementi la strada, le auto in sosta e i monumenti. Tre anni fa il Comune acquistò e distribuì delle granelle di mais antifecondazione, per evitare che i piccioni si riproducessero. Evidentemente non ha funzionato. I piccioni si riproducono, spiegano gli esperti, perché mancano predatori naturali e esistono decine di case disabitate e diroccate. (*jtr*)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati