Villadoro, l’acqua arriva fra due giorni: in ritardo anche gli sgravi sulle bollette

Enna, Archivio

VILLADORO. Per i mille abitanti della frazione, da tre giorni con seri problemi idrici, la situazione non verrà risolta che tra un paio di giorni, quando verrà attivato il pozzo di Ficilino, le cui acque sulfuree andranno a integrare le ormai poche riserve idriche delle sorgenti. I disagi sono iniziati domenica sera ma da lunedì le case della frazione sono rimaste a secco e martedì è arrivata la turnazione. Oltre ai disagi idrici cui purtroppo i villadoresi, che anche quest'anno nei mesi estivi si vedranno erogare acqua sulfurea, sono abituati, la frazione lamenta la mancata comunicazione dei disservizi da parte di Acquaenna che solo ieri pomeriggio ha comunicato la turnazione: nei giorni pari nella zona a valle di via Umberto mentre, nei giorni dispari nella zona a monte della stessa strada. «La società, dopo vari solleciti - spiega il presidente del consiglio di circoscrizione Luciano Ciotta - mi ha comunicato per iscritto, ieri, che la crisi idrica è determinata dalla diminuzione del livello delle sorgenti. Mi è stato anche assicurato che nei prossimi giorni verrà attivato Ficilino». Per la frazione, quindi, nonostante le promesse e gli impegni, i problemi rimangono sempre gli stessi e l'attesa soluzione non arriva. Come non arriva lo sgravio sulle bollette visto che per diversi mesi a partire dall'estate l'acqua erogata non è potabile.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati