Dante, Freud, Pinocchio, i Beatles: quando si dice metamorfosi....

Candidata affronta il tema rivoluzione attraverso le canzoni

ENNA. Ultimi giorni di attività per gli esami di maturità. Ormai quasi tutte le commissioni sono alle prese con le poche classi rimaste e intorno al prossimo mercoledì, un po' tutte potrebbero completare la tornata. Il maggior carico di lavoro resta ancora nei licei e scuole professionali, dove sono più numerosi gli iscritti. Qualche giorno di tensione ancora, dunque, anche per gli studenti del liceo scientifico Farinato dove gli orali procedono comunque a ritmo molto serrato. Abbiamo seguito i colloqui condotti dalla commissione presieduta da Giuseppe Albergo. «Commissione seria ed esigente - dicono i ragazzi - ma non terribile». «Le metamorfosi» è il tema scelto dalla maturanda Clelia Perricone per la mappa concettuale con cui ha voluto aprire il proprio esame. «C'è anche un sottotitolo - ha detto - che è stato davvero un parto difficile. Alla fine ho scelto: Dai fenomeni naturali all'esperienza dell'interiorità». E così la simpatica Clelia, che subito dopo la maturità tenterà di entrare in Medicina (ha già comunque superato gli scritti alla Cattolica di Milano, a luglio gli orali ed eventualmente tenterà la strada di varie università statali), ha delineato il tema delle metamorfosi in latino presentando Apuleio, ma andando oltre la mitologia, toccando poi Dante, approfondendo «il trambusto creato da Freud», ha detto, attraverso Kafka e poi analizzando il suo tema anche attraverso la figura fiabesca di Pinocchio, il burattino che si trasformò in un uomo. Dal taglio scientifico la mappa di Davide Alaimo che ha voluto parlare di "Etica tra medicina e società". Anche lui dopo gli esami penserà a prepararsi alle selezioni per entrare in Medicina. «Oppure - ha detto Davide - tenterò Biologia. Mi interessa in tutti e due i casi più l'aspetto della ricerca». Assolutamente originale l'esame della giovane Nora Gallina che dopo la maturità ha deciso di trasferirsi a Liverpool per andare a studiare "Comportamento animale", un corso di laurea che in Italia ancora non esiste. E, a svelare già una passione che è forse anche culturale, il suo colloquio lo ha voluto dedicare proprio ai Beatles. «Ho deciso di parlare di rivoluzione, critica alla classe borghese, guerra fredda - spiega Nora - Ma a partire dalle canzoni dei Beatles, uno dei miei gruppi preferiti». Il suo percorso tematico è così partito da Revolution per parlare dell'idea stessa di rivoluzione; passando a Piggies Nora ha presentato una bella invettiva contro gli arricchiti in uno con il "Satiricon" di Petrarca; poi Back in the Ussr per descrivere la guerra fredda. And I love her (Dark in the sky) per introdurre l'interpretazione dei sogni di Freud, Yellow submarine per dar spazio al surrealismo, Christmas dinner per parlare del colonialismo inglese e del rapporto con la cultura indiana. Con Across the universe, uno sguardo alle stelle e all'infinito universo, Nora, anni di impegno a sostegno dei diritti civili all'interno dell'Unesco, ha concluso il suo singolare esame.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati