Enna, Archivio

Turismo e wi-fi: il Comune di Enna centra due obiettivi

Si parla pure di eco-museo

CATANIA. Fine settimana davvero positivo per il Comune con il sindaco Paolo Garofalo che ha potuto mettere in saccoccia due risultati importanti per la città. Il primo riguarda le nuove tecnologie. In questo campo Comune ed Università Kore hanno stipulato un rapporto di collaborazione sicuramente importante che porterà, nel giro di pochi mesi, la città ad essere dotata di un sistema di comunicazione wireless ben duecento volte più veloce dell'adsl. Com'è noto il sistema di wireless indica la comunicazione tra dispositivi elettronici che non fanno uso di cavi. La seconda riguarda un finanziamento di 300 mila euro per l'incentivazione turistica. Quest'ultima notizia il sindaco l'ha appreso nel corso della sua missione a Roma. Il progetto riguarda una parte di un programma complessivo che il Gal Rocca di Cerere ha avuto finanziato e prevede per il capoluogo la rete Wi-Fi nella zona Monte e nella via Roma; il rifacimento della segnaletica turistica; la realizzazione di un eco-museo e centro espositivo di prodotti tipici in piazza San Francesco; la realizzazione di un tourist center e il rifacimento dei bagni pubblici nella zona Monte. Per quanto riguarda il sistema di comunicazione wireless Garofalo è visibilmente soddisfatto: «Entro pochi mesi l'università Kore sarà collegata alla rete Garr Cnr più veloce 200 volte dell'Adsl e la connessione verrà fornita anche alla città quasi gratuitamente. È una rivoluzione che porterà benefici non solo al mondo accedemico ma all'intero perimetro urbano e soprattutto a chi lavora con internet». In effetti oggi la velocità d'informazione muove anche il mondo commerciale e imprenditoriale. Infatti l'utilizzo di questo tipo di servizi per il turismo hanno avutoun impennata negli ultimi anni. Non a caso sono aumentati del 47 per cento nel 2011 e di un ulteriore 24 per cento nel 2012. Per Garofalo il rapporto di collaborazione fra Comune e Università Kore è uno strumento in più per ammortizzare la cancellazione della Provincia: «Ci mette nelle condizioni di recpurare il danno e diventa un elemento attrattivo per la costituzione del nuovo consorzio di Comuni». E su questo versante c'è un impegno del sindaco Garofalo: «Sto lavorando affinchè il nuovo consorzio possa avere un perimetro ben più largo con il coinvolgimento di realtà comunali che oggi ricadono nelle province di Catania, fino al Calatino, Palermo e Messina». Per quanto riguarda invece il finanziamento di 300 mila euro il primo cittadino dice: «Di certo irrobustisce la nostra azione che va verso lo sviluppo del turismo. Più servizi e meglio qualificati. Ma abbiamo in programma interventi che sono si a favore di chi visita la nostra comunità ma che sono sfruttabili quotidianamente da ogni singolo cittadino». Insomma somme e nuove tecnologie che andranno ad arricchire l'intero capoluogo che potrà così meglio rispondere alle richieste di servizi migliori e più efficienti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati