I negozi della Villa del Casale: è caos

Enna, Archivio

PIAZZA ARMERINA. Finisce in Prefettura a Enna la questione area commerciale della Villa Romana del Casale, con le istituzioni chiamate a gestire la delicata fase del passaggio dei venditori di souvenir dalla strada provinciale 90 alla nuova zona di recente costruzione. La nuova area per il commercio continua a non convincere i sindacati e gli operatori commerciali, i quali chiedono una serie di interventi di adeguamento per migliorare il sito.


Confesercenti e Confcommercio continuano il pressing sulla nuova amministrazione comunale per ottenere un pacchetto di manutenzioni: dalla pavimentazione ridotta a brandelli che provoca il sollevamento di molta polvere alla stradella di collegamento all’ingresso del sito archeologico, dai servizi igienici previsti in alcuni box alla presenza di tettoie in grado di assicurare maggiore ombra al sito.


Ma si tratta di temi sui quali, almeno per ora, non esiste alcun accordo tra la categoria dei venditori e le parti istituzionali. Servono fondi attualmente non presenti. E la stagione turistica ormai è in una fase assai avanzata. I box nel frattempo sono stati assegnati con un bando di concorso, affidati agli aventi diritto con un contratto, anche se ancora si attende l’arrivo della corrente elettrica e dell’acqua. Ro.Pa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati