Festa di San Cataldo a Castelferrato Risvegli a suon di tamburo

CASTELFERRATO. Da ieri, e per tutte le mattine di agosto, all’alba un giovane sveglierà i gaglianesi girando con un tamburo per le strade del piccolo centro. È iniziato il mese dedicato al patrono San Cataldo. Si entrerà nel vivo giorno 22, con la raccolta dell’alloro nei boschi di Caronia, poi il triduo della festa, 29, 30 e 31 agosto, e si chiuderà con l’esibizione di un cantante famoso. La serata finale negli anni passati ha richiamato molti cantanti di successo, da Michele Zarrillo a Edoardo Bennato, da Povia a Mario Venuti. Ancora non è noto chi sarà ad esibirsi quest’anno sul palco del Piano Puleio, ma la scelta spetterà al comitato per la festa. Intanto c’è già un cartellone di eventi musicali, da giorno 15 con i «Fisarmonikando by Erika» al 17 con i «Movida present: the memory of music», in piazza Grippaldi. Giorno 21 arriverà il momento tanto atteso dai gaglianesi: la «Sagra dei maccheroni», con il sottofondo musicale delle violiniste «The twin». E così via fino al 31 agosto, giorno finale della festa. Il Comitato di San Cataldo quest’anno è pure su Facebook.


J. TR.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati