Donna morta dopo il parto a Nicosia, tra le cause un'embolia amniotica

Enna, Archivio

NICOSIA. Antonella Seminara, la quarantenne originaria di Gangi, deceduta lunedì scorso per le complicanze dopo un parto cesareo d'urgenza, praticato all'ospedale Basilotta di Nicosia, sarebbe morta per una embolia amniotica. Queste le indiscrezioni trapelate al termine dell'esame autoptico che si è concluso poco prima della 14.30, ed è stato effettuato dal medico Giuseppe Ragazzi, incaricato dal pm di Nicosia Fiammetta Modica, lo stesso patologo che ha effettuato ieri pomeriggio a Nicosia l'autopsia sul corpo del feto confermando la tesi della morte intrauterina. L'autopsia sulla donna era iniziata intorno alle 11 all'obitorio di Sciacca, dove Seminara doveva essere ricoverata nella rianimazione dell'ospedale ma dove invece era giunta priva di vita. Bisognerà comunque attendere gli esiti degli esami istologici, previsti per la fine di agosto, e il deposito della perizia da parte del medico legale. Non è quindi al momento confermato che la donna sia morta per emorragia. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati