Forestali, si riparte da lunedì Ad Enna tornano al lavoro i stagionali

ENNA. Le festività di Ferragosto portano buone notizie per i lavoratori stagionali forestali. Infatti lunedì prossimo le circa 1800 maestranze tra centocinquantunisti, centunisti e settantontisti inseriti nelle graduatorie delle garanzie occupazionali previste per legge saranno riavviati all'attività lavorativa. A darne conferma il dirigente capo provinciale dell'Azienda delle Foreste demaniali Nunzio Caruso. «Da lunedì prossimo tutti i lavoratori interessati potranno recarsi nei cantieri di appartenenza per riprendere l'attività lavorativa» - conferma ieri mentre era in ufficio per definire gli ultimi adempimenti per il riavviamento. I lavoratori infatti erano stati sospesi alcune settimane fa poiché dall'assessorato non erano arrivate conferme sulle risorse necessarie per fare completare le giornate lavorative. All'appello venivano a mancare circa 12 milioni di euro. Un adempimento quello della sospensione che aveva fatto scattare la protesta di Cgil, Cisl e Uil di categoria che avevano organizzato un sit in di protesta dei lavoratori davanti gli uffici provinciali dell'Azienda delle foreste demaniali. E la manifestazione non è andata per niente giù a dirigente Nunzio Caruso poiché a suo dire la sospensione dei lavoratori si era resa necessaria non per una sua volontà ma per le non certezze di risorse da parte dell'assessorato regionale alle Risorse Agricole e Forestali. Ma pare che adesso sia tutto a posto e dall'assessorato si stanno accreditando le somme necessarie. Quindi una buona notizia per questi lavoratori che si va ad aggiungere a quella dei giorni scorsi con il pagamento delle mensilità arretrate di maggio e giugno e che porta così una ventata di serenità ed ottimismo in uno dei settori più importanti del mondo occupazionale provinciale. Ri.Ca.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati