Leonforte, "Comune deficit": aumenta il costo di asilo e scuolabus

Il sindaco: «Dobbiamo recuperare almeno il 36 per cento delle spese dei servizi a domanda individuale»

LEONFORTE. «Tra atti di giunta e del consiglio comunale, si stanno deliberando in questi giorni gli aumenti delle compartecipazioni dei servizi a domanda individuale, come l'asilo nido, il trasporto scuolabus e altri vari servizi. Si tratta purtroppo di aumenti che non derivano da una nostra scelta politica ma obbligatori per legge in quanto il nostro Comune è stato certificato come ente strutturalmente deficitario per l'anno 2012».

A renderlo noto, il sindaco Francesco Sinatra che ha comunicare i provvedimenti intrapresi dall'amministrazione comunale per "rientrare" in pareggio di bilancio.

«Il nostro ente - spiega il sindaco - è stato certificato come deficitario non rispettando ben sette parametri su dieci, per cui dobbiamo recuperare sugli utenti almeno il 36 per cento dei costi dei servizi a domanda individuale a pena di ulteriori sanzioni finanziarie ed amministrative. Le delibere - prosegue il primo cittadino di Leonforte - prevedono infatti il recupero del minimo previsto per legge, da cui derivano gli aumenti delle quote a carico dei cittadini. Nello stesso anno non è stato poi rispettato il patto di stabilità e nella stesura del bilancio finanziario corrente occorre recuperare circa cinquecentomila euro per riequilibrarlo e portarlo in pareggio, così come emerso dalla relazione del capo settore bilancio inviataci a fine giugno scorso».

Attendono dunque mesi difficili ai leonfortesi che vedranno aumentare il costo di alcuni importanti servizi ad uso collettivo.

«Per quanto riguarda la quantificazione della mole debitoria, - conclude Sinatra - ho inviato personalmente una richiesta scritta al capo settore bilancio ai primi di luglio, la ricognizione non è stata ancora completata e ancora oggi siamo in attesa di risposta. Voglio precisare che gli aumenti che i cittadini subiranno non sono frutto di programmi politici ma di atti dovuti per legge e quindi non ascrivibili a scelte volontarie di questa neo amministrazione ma da certificazioni non rispettate per l'esercizio finanziario 2012». Mesi difficili, dunque, per quanti vivono a Leonforte che dovranno accettare sacrifici, pur di far rimettere in corsa il Comune.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati