Viabilità a Nicosia, altri dieci giorni di caos

NICOSIA. La viabilità collegata ai lavori attualmente in corso a Nicosia rimane al centro delle problematiche cittadine. Ieri sera, intanto, in Consiglio comunale, assieme a qualche protesta, il consigliere Enza Tomasi ha, come preannunciato, ha dichiarato che rimarrà nell’assise civica come indipendente. Da ieri ha riaperto ma solo in un senso di marcia la via San Benedetto, la zona di San Michele interessata ai lavori di modernizzazione della rete idrica vive disagi e dissesti, la via Fratelli Testa continua a scricchiolare sotto le ruote delle automobili.


Il vicesindaco Carmelo Amoruso con delega ai Lavori pubblici fa il punto della situazione e informa che tutti i problemi saranno presto risolti a partire da oggi. Secondo l'amministrazione entro una decina di giorni si tornerà alla normalità. "Abbiamo incontrato il direttore dei lavori della rete idrica - dichiara Amoruso subito dopo l'incontro che si è tenuto ieri nel primo pomeriggio - e abbiamo stabilito il ripristino immediato del manto stradale per garantire la sicurezza veicolare da San Michele fino a via Pio La Torre. Non abbiamo condiviso il modo di procedere di Acqua Enna e abbiamo chiesto che dopo gli scavi si proceda subito ad adeguati riempimenti e ad un'altrettanto adeguata segnalazione". Già da oggi assicura il vicesindaco che verranno coperti e senza i dislivelli più volte segnalati che avevano fatto scattare un diffida agli esecutori dei lavori da parte dell'Utc.


Per quanto riguarda via San Benedetto i lavori, che dovevano durare 10 giorni mentre invece siamo alla quarta settimana, i disagi dovrebbero finire presto. "È stata aperta una corsia e adesso la strada e transitabile in direzione sant'Agata ma - precisa il vicesindaco - dal prossimo fine settimana speriamo di aprirla nelle due direzioni di marcia". I lavori però sono stati molti più lunghi del previsto. "Si perché - sottolinea - una volta che si è proceduto agli scavi si sono trovate diverse problematiche da affrontare tra cui vari dislivelli tra le reti, dislivelli che si sono dovuti colmare con la conseguenza che sono aumentati i tempi di realizzazione".


E poi rimane il nodo del completamento della via Fratelli Testa quasi completa, perché manca solo una piazzetta da completare e qualche rifinitura, ma già disastrata nel primo tratto. "Non pagheremo la ditta - chiarisce l'assessore Amoruso - fino a quando i lavori non saranno eseguiti a regola d'arte". Quindi si dovrà intervenire dopo poco più di un mese dall'apertura. "Abbiamo concordato con la ditta che la strada dovrà essere sistemata in un tempo massimo di sei giorni nei quali verrà chiusa e per questo chiedo ai commercianti ancora un pò di pazienza".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati