Enna, ecco i soldi della Regione, trasferimenti garantiti per gli studenti pendolari

un milione di euro per far spostare i ragazzi delle superiori nelle città più vicine: Enna, Catania e Caltanissetta

Enna, Società

ENNA. Arrivano i soldi per i trasporti degli studenti pendolari da un comune all'altro della provincia. Dalla Regione arriva poco più di un milione di euro per far spostare i ragazzi delle scuole superiori. Gli stanziamenti minori sono per quelle città, Enna, Nicosia e Piazza Armerina, che hanno il maggior numero di istituti e dove minore è lo spostamento in uscita. Più di tutti invece spendono Barrafranca, Valguarnera, Pietraperzia, Agira, Villarosa, Assoro e Leonforte. Ma Barrafranca e Leonforte pagano il fatto di avere una popolazione superiore ai 10 mila abitanti e per questo ricevono un contributo bassissimo, in percentuale, rispetto alle altre città che spendono tanto: a Barrafranca, per una spesa annua di ben 171 mila euro, la cifra più alta di tutta la provincia, la compartecipazione della Regione sarà di solo 48 mila euro, nonostante la spesa fosse stata ritenuta "ammissibile"; a Leonforte, dove si spendono in media 124 mila euro l'anno, cifra anch'essa "ammissibile", saranno assegnati 34 mila euro. Per avere contezza del taglio che subiscono Barrafranca e Leonforte, in relazione ai numeri della propria popolazione, è sufficiente tenere in considerazione il dato di Pietraperzia, che spende 153 mila euro ogni anno e riceverà un contributo di ben 104 mila euro. 

IL SERVIZIO NELL’EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati