Enna, Archivio

Tares, verso pagamenti differiti a Nicosia

NICOSIA. Il recapito delle bollette per il pagamento della Tares sta creando a Nicosia non poca confusione. Le prime due rate, quelle di agosto e settembre, sono già scadute ma il recapito è di questi giorni. Il sindaco Malfitano chiede al consiglio comunale di posticipare le scadenze delle due rate scadute. Alla proposta stanno lavorando gli uffici comunali.
Il recapito delle bollette si è portato dietro parecchie lamentele ed interrogativi, sia perché le due prime rate sono scadute sia perché non si sa ancora a quanto ammonterà l'importo della Tares. L'importo si sarebbe dovuto conoscere entro il 10 ottobre, data a cui era slittata l'approvazione del bilancio di previsione, che però è slittato ancora e quindi se il regolamento relativo alla gestione della nuova tassa è già stato approvato gli importi e le tariffe non si conoscono ancora perché nel frattempo la data ultima per l'approvazione del bilancio è slittata ancora e al 30 di novembre prossimo.
"Purtroppo hanno coinciso - spiega il sindaco Sergio Malfitano - le scadenze della Tares 2013 e della Tarsu 2012 che si sono accavallate. A giugno scorso - ricorda il primo cittadino - con la delibera numero 50 il consiglio comunale ha approvato le date di scadenza delle bollette". La prima scadeva il 31 agosto, la seconda il 30 settembre, la terza il 31 ottobre e il pagamento del conguaglio è previsto entro la fine di dicembre. "Per evitare che il recapito avvenisse con la cartella, come era nel passato - continua Malfitano - abbiamo affidato l'invio delle bollette alla Posta, ma l'invio è avvenuto in ritardo e così quando le bollette sono state recapitate le prime due rate erano scadute. Per ovviare ho dato mandato agli uffici di preparare una proposta da sottoporre al consiglio comunale e sulla base della quale i consiglieri potrebbero decidere di modificare, posticipandole, le scadenze. Quindi i pagamenti potrebbero slittare anche a dopo dicembre, ma noi possiamo fare solo la proposta perché a decidere dovrà essere il consiglio comunale". L'amministrazione quindi ci chiarisce il ritardo nei pagamenti delle rate scadute non avrà conseguenze ma per i nicosiani pagare è pesante non solo per gli importi ma anche perché il servizio di nettezza urbana e di raccolta dei rifiuti, soprattutto lo scorso anno, non ha funzionato in maniera soddisfacente. Si sono accumulati ritardi e disservizi che non hanno lasciato soddisfatti gli utenti che pure in città hanno sempre pagato con regolarità e puntualità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati