Pietraperzia, alla scuola Guarnaccia la mensa è gestita dai genitori

PIETRAPERZIA. All’istituto comprensivo «Vincenzo Guarnaccia», diretto da Antonio Amoroso, parte la mensa scolastica autogestita dal comitato dei genitori. Destinatari del servizio sono gli alunni della scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado, di tempo pieno e prolungato. In totale sono 19 classi e circa 380 alunni. L’intervento diretto da parte dei genitori perché il Comune non ha i soldi per la mensa scolastica. Il servizio inizia oggi, 4 novembre, e i pasti saranno pagati direttamente e integralmente dalle famiglie. I buoni pasto possono essere comprati dai genitori, al costo di 3 euro ciascuno, presso la macelleria «Femminile» di via Stefano Do Blasi. Il servizio di refezione verrà fornito dal ristorante Femminile Belvedere. La comunicazione è stata data a docenti e genitori dal dirigente scolastico dopo l’approvazione della relativa delibera del consiglio di Istituto, presidente Giancarlo Pennino. «Si porta a conoscenza delle Signorie Loro - si legge nella circolare del dirigente scolastico Amoroso- che giorno 4 novembe 2013, gestito dal comitato dei genitori in forma privata, avrà inizio il servizio di refezione scolastica per gli alunni delle sezioni della Scuola dell’Infanzia, per quelli delle classi a tempo pieno della scuola Primaria e per gli alunni delle classi a tempo prolungato della scuola Secondaria di I grado».
Al servizio mensa sono interessate otto classi di scuola dell’Infanzia per cinque giorni la settimana; sette classi della Primaria per quattro giorni settimanali; e quattro classi di Secondaria di Primo grado, per due giorni alla settimana, per un totale di 19 classi e circa 380 alunni su 794.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati