Piazza Armerina, tour operator in visita Così gli albergatori lavorano al rilancio

PIAZZA ARMERINA. Oltre 40 tour operator saranno a Piazza Armerina per tre giorni con l'obiettivo di convincerli a dirottare quanti più turisti nel centro storico. Saranno ospiti degli imprenditori del settore alberghiero il 22, 23 e 24 novembre, sulla base di un'iniziativa promossa dalla neonata associazione «Mira 1163», e faranno tappa nel sistema museale piazzese, oltre che alla Villa Romana, a Morgantina e al museo archeologico di Aidone.


«L'introduzione del biglietto unico ha dato un'accelerazione alla costituzione dell'associazione, il cui obiettivo non è scontrarsi con le istituzioni, ma aprire ad un confronto di idee e proposte per il raggiungimento di un interesse generale», dice Francesco Galati, ex dirigente del settore comunale Beni culturali e presidente di Mira 1163. Insomma si cerca di fare sistema, di creare pacchetti che possano consentire ai gruppi di visitatori di rimanere per almeno due giorni nel territorio compreso tra la città dei mosaici e Morgantina, utilizzando come area stanziale la città dei mosaici e il suo centro storico.


L'associazione ha scritto all'amministrazione comunale e al Parco Archeologico della Villa Romana del Casale chiedendo di aiutarli a presentare al meglio il centro urbano. E nei prossimi giorni dovrebbe essere presente in città anche l'assessore regionale dei Beni culturali Maria Rita Sgarlata, per un confronto diretto con il territorio proprio sul tanto contestato biglietto unico cumulativo obbligatorio Villa Romana-Aidone-Morgantina. Una levata di scudi generale contro il provvedimento istitutivo del ticket coatto, ma anche le prime minacce concrete da parte dei tour operator a mettere da parte la tappa alla Villa Romana, ha portato l'assessore Sgarlata a voler toccare con mano le voci critiche della città, le quali chiedevano, invece, un ticket in grado di collegare i mosaici al centro storico armerino.


Ora potrebbe scattare una moratoria di alcuni mesi per tenere conto dei pacchetti turistici già venduti con il ticket a 10 euro a fronte del nuovo biglietto unico a 14 euro. Intanto a giorni il biglietto unico, ma solo facoltativo, potrà essere staccato anche ad Aidone, al museo archeologico dove è esposta la Venere, e all'area archeologica di Morgantina. A confermarlo il sindaco aidonese Filippo Gangi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati