Enna, Archivio

Nicosia, sempre meno soldi nel Bilancio

NICOSIA. La giunta municipale ha completato da qualche giorno i lavori per la redazione del bilancio di previsione per l'esercizio finanziario del 2013. Prima di essere approvato in via definitiva il bilancio dovrà trovare il parere favorevole dei revisori dei conti e quindi dovrà essere sottoposto al voto del consiglio comunale. In ogni caso la data ultima per l'approvazione scade oggi, ma il punto non è stato ancora previsto all'ordine del giorno.
«Si tratta di un bilancio tecnico - commenta il sindaco Sergio Malfitano che ha mantenuto tra le sue competenze anche quella al bilancio - col quale, nonostante arrivino sempre meno soldi da Stato e Regione, siamo riusciti a garantire i servizi senza aumentare le tasse». È un bilancio preventivo ma in realtà considerato che siamo a novembre non si discosterà molto dal consuntivo. Il bilancio, o meglio lo schema di bilancio approvato dalla Giunta che ancora potrà essere modificato da eventuali emendamenti da parte dei consiglieri, è di soli 16 milioni e 800 mila euro, praticamente equivalente, in valore assoluto, al bilancio del 2012 che anzi aveva una previsione di 300 mila euro in meno. Le entrate tributarie sono apri a 6 milioni di euro, i trasferimenti che ci si aspetta di ricevere da Stato e Regione sono pari a 4,5 milioni. Le entrate extratributarie pari a circa 1,7 milioni di euro, altre entrate pari ad 1,3 milioni di euro. Poi 50 mila euro arriverebbero dall'accensione di prestiti e 2,5 milioni di euro da servizi per conto terzi. Si registrerebbe così un avanzo di amministrazione di circa 700 mila euro a fronte di una spesa corrente di 12 milioni di euro, si spese in conto capitale di circa 2 milioni di euro e 296 mila euro per rimborsi di prestiti. C.Pu.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati