Piazza Armerina, la Regione: resta il ticket unico per la Villa del Casale

L’assessore Sgarlata incontra gli operatori turistici sul biglietto da 14 euro: allarmismi ingiustificati

Enna, Archivio

PIAZZA ARMERINA. Il biglietto unico obbligatorio Villa Romana-Aidone-Morgantina rimarrà operativo. Ma correttivi saranno possibili per i tour operator che hanno avevano già venduto i pacchetti turistici prima dell'introduzione del nuovo ticket. L'assessore regionale dei Beni culturali Maria Rita Sgarlata si è confrontata ieri mattina per due ore con la città dei mosaici, a Palazzo Trigona, rispondendo alle critiche e perplessità emerse nelle settimane scorse. Il ticket unico a 14 euro è in vigore dal 28 ottobre. «Si è fatto troppo allarmismo, ingiustificato, tutti si lamentano sempre dei tour operator che fanno il mordi e fuggi nei nostri territori, se il biglietto unico diventa facoltativo e lasciamo tutto al mercato non cambierà nulla, incredibile che commercianti e imprenditori siano così preoccupati, il biglietto integrato, tra l'altro ad un costo ridicolo, ha sempre funzionato», ha detto l'assessore Sgarlata. Dal mondo sindacale, imprenditoriale, politico e dell'associazionismo ribadita la richiesta di rendere facoltativo e non obbligatorio il ticket unico. «Si dia il tempo agli operatori turistici di riorganizzarsi, chi lavora nel territorio ti chiede questo, dai loro una mano», ha chiesto il deputato regionale Luisa Lantieri. «Preoccupati perché il nostro centro storico così, con il binomio Villa-Aidone, viene tagliato fuori», ha detto Salvatore Manuella, presidente provinciale della Confesercenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati