«La notte al discopub finisce col sangue», scatta l’arresto per tre ragazzi di Troina

Enna, Messina, Archivio

TROINA. Sarebbe stato responsabile di aver volontariamente urtato durante un ballo uno dei suoi tre aggressori e per questo motivo debitamente punito, lo studente diciassettenne di San Teodoro, nel Messinese, colpito alla testa con delle bottiglie di vetro e aggredito a terra con calci e pugni. In arresto per lesioni aggravate in concorso - in flagranza di reato - sono finiti: Sebastiano Destro Pastizzaro, Graziano Accogli e Pierluigi Calabrese, tutti e tre troinesi, celibi, incensurati, classe 1994. L'episodio è avvenuto intorno alle ore 3 del mattino - nella notte tra sabato 7 e domenica 8 dicembre scorso - durante una festa di matricola nel noto discopub "Zoè" di via Goffredo Malaterra, organizzata dai ragazzi delle quinte classi Igea e geometra dell'IISS "Ettore Majorana". Sul luogo, subito allertati, sono intervenuti i carabinieri delle stazioni di Troina e Cerami che - grazie alle testimonianze dei presenti e alla conoscenza del territorio - hanno immediatamente identificato gli aggressori.

IL SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati