«La notte al discopub finisce col sangue», scatta l’arresto per tre ragazzi di Troina

TROINA. Sarebbe stato responsabile di aver volontariamente urtato durante un ballo uno dei suoi tre aggressori e per questo motivo debitamente punito, lo studente diciassettenne di San Teodoro, nel Messinese, colpito alla testa con delle bottiglie di vetro e aggredito a terra con calci e pugni. In arresto per lesioni aggravate in concorso - in flagranza di reato - sono finiti: Sebastiano Destro Pastizzaro, Graziano Accogli e Pierluigi Calabrese, tutti e tre troinesi, celibi, incensurati, classe 1994. L'episodio è avvenuto intorno alle ore 3 del mattino - nella notte tra sabato 7 e domenica 8 dicembre scorso - durante una festa di matricola nel noto discopub "Zoè" di via Goffredo Malaterra, organizzata dai ragazzi delle quinte classi Igea e geometra dell'IISS "Ettore Majorana". Sul luogo, subito allertati, sono intervenuti i carabinieri delle stazioni di Troina e Cerami che - grazie alle testimonianze dei presenti e alla conoscenza del territorio - hanno immediatamente identificato gli aggressori.

IL SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X